I PIANI TERRITORIALI DEI TEMPI E DEGLI SPAZI

Tempi_e_spazi

Con delibera n. 1267 del 21 luglio 2009 la Giunta regionale pugliese ha approvato uno schema di Avviso Pubblico per la concessione ai Comuni, associati in forma di ambito territoriale, di contributi per la progettazione e l’adozione dei Piani territoriali dei Tempi e degli Spazi delle città, in attuazione della legge regionale n. 7/2007 sulle politiche di genere e sulla conciliazione vita – lavoro.

Lo stanziamento previsto ammonta ad € 2.000.000,00, da assegnare e ripartire a seguito della selezione delle domande che dovranno essere inviate entro e non oltre 90 giorni a decorrere dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’Avviso pubblico sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia con raccomandata con avviso di ricevimento o con corriere autorizzato.

Con lo stesso provvedimento di giunta sono approvate le Linee Guida Regionali per la predisposizione dei Piani dei Tempi e degli Spazi, contenute nell’allegato B. Infine si dispone la costituzione di un Gruppo di Esperti/e sulle Politiche di Genere e programmazione sociale per l’affiancamento ai funzionari regionali e agli ambiti territoriali in materia di programmazione di politiche di conciliazione vita – lavoro, da selezionare attraverso successive procedure di evidenza pubblica. Per l’Avviso, pubblicato nel Bollettino ufficiale regionale n.132 del 26 agosto 2009, la responsabile procedimento è la dr.ssa Maria Stefania Giliberti; eventuali richieste di informazioni e chiarimenti potranno essere formulate solo per iscritto utilizzando l’indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Questa iniziativa rappresenta un'importante innovazione nello sviluppo di modelli di città sempre più attenti alle esigenze delle donne e alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, al fine di rendere la città “amica” dei lavoratori e delle esigenze delle famiglie dei nostri tempi.

L'attuazione dei Piani del Tempo e dello Spazio della Città rappresenterebbe sicuramente un'innovazione positiva che piace a chi ama la Puglia e vuole vederla sempre all'avanguardia nella sperimentazione di nuove pratiche sociali e amministrative orientate ad elevare la qualità della vita dei propri cittadini all'interno delle proprie città.

In termini generali, le finalità del Piano che gli attori sociali dovranno individuare per Noicàttaro sono: migliorare la qualità della vita dei cittadini attraverso l'articolazione degli orari e dei tempi, migliorare la qualità urbana; garantire fruibilità temporale della città e dei beni urbani per tutti i soggetti; garantire pari opportunità fra uomo e donna e dei cittadini svantaggiati; promuovere sostenibilità delle azioni pubbliche ed economiche per preservare l'ambiente e la città.

Al momento non sappiamo se il Comune di Noicàttaro abbia dato il giusto risalto a questa opportunità che la Regione Puglia offre ai propri Comuni.

Ci auspichiamo, se ciò non fosse stato fatto, una maggiore solerzia da parte della Nuova Amministrazione verso queste importantissime opportunità.