MIMMO PIGNATARO: LA POLITICA CON LA TUBA

PIGNATARO


 

Cari amici di Noicattaro Web, proseguendo con le interviste ai politici nojani per conoscenza a tutti i cittadini,

vi presento il consigliere di opposizione Mimmo Pignataro eletto nelle liste del Pdl alle ultime elezioni comunali.


Consigliere Le chiedo una sua breve presentazione per gli utenti di Noicàttaro web.

Sono stato iscritto dal 1984 al 1990 al Fronte della Gioventù, poi sono passato

in Alleanza Nazionale e ora sono nel Pdl.

Vengo dalla scuola di partito e faccio politica da 25 anni.

Ho ricoperto diversi ruoli fra cui anche la vice presidenza del consiglio comunale.

Qual è la sua professione ?

Sono un odontotecnico e ho uno studio nel quale esercito la mia professione.

Per migliorare la mia posizione socio economica non ho aspettato che la politica mi desse

un incarico, non li ho mai avuti.

Attualmente sto frequentando l'ultimo anno di Igiene Dentale all'università di Medicina di Bari.

Chi è il suo uomo politico di riferimento ?

Chi mi ha fatto nascere politicamente è stato Pinuccio Tatarella.

L'ho seguito per diversi anni, lui che è stato anche, fra l'altro, consigliere comunale di Noicàttaro, sto parlando di un uomo il quale fu definito da D'Alema:

figlio di un ciabattino divenuto grande statista, una persona unica, il mio maestro, per il quale ho lavorato, nella sua segreteria politica e nella redazione del giornale “Roma”.

Come giudica sin qui l'attività svolta dall'amministrazione ?

Sicuramente non soddisfacente, non sta rispettando quello che è il suo programma elettorale, quelli che sono gli impegni presi durante la campagna elettorale.

Registro una incapacità politica aggravata da problemi che derivano da 15 anni di amministrazione non oculata e non attenta ed è evidente che le difficoltà aumenteranno ancora.

Fra l'altro sono gli stessi uomini, da quindici anni, che ci fanno pagare dazio perché non sanno rispondere alle esigenze della città.

Invece come giudica l'attività della minoranza ?

Per il mio modo di vedere vanno definite le minoranze.

Ci sono delle diversità fra noi, politiche, anche se spesso facciamo fronte unico nell'interesse di tutti i nojani.

Ma ci sono delle cose che ci dividono.

L'ultimo manifesto che ha fatto l'opposizione, ad esempio, non l'ho condiviso.

Mi spiego meglio, sono d'accordo con il fatto di far presente all'amministrazione che un incarico doveva essere dato alla minoranza e che l'amministrazione non può decidere tutti gli incarichi senza interpellare la minoranza, ma la maniera di manifestare questo dissenso, non l'ho compreso.

Il metodo adoperato non mi piace, su quel manifesto sono stati messi dei nomi

di ragazzi che non hanno colpa,

non ha senso mettere i nomi in prima pagina,

si facciano battaglie politiche e non discorsi personalistici.

Chi stima e chi non stima fra maggioranza e opposizione ?

La consigliera Maria Zaccaro è una grande amica ma con tutti ho un rapporto di amicizia, penso a Ricciardi, al Sindaco Dipierro, ma mi creda con tutti ho buoni rapporti, anche se politicamente siamo diversi.

Con quali azioni si caratterizzerà il suo mandato ? Ha promesse da fare ?

Promesse niente, la promessa è il modo più semplice per essere smentiti.

Dico solo: massimo impegno per rispondere alle esigenze dei cittadini.

La mia opposizione si caratterizzerà in maniera non strumentale e demagogica.

Non vado in aula a sbraitare,

Per me fare opposizione equivale sopperire alle incapacità della maggioranza, laddove questa non arriva l'opposizione soggiunge, e questo non è fare la stampella come qualcuno ha sostenuto malignamente.

Non voglio fare il teatrino sterile che ti porta ad avere consenso ma che non equivale a saper governare. La demagogia non mi appartiene.

Lei si sta per caso riferendo a qualche consigliere di opposizione in particolare ?

Assolutamente no.

Consigliere ma la politica dell'eleganza inglese paga in consenso al cospetto di quella dello spettacolo ? E' questo ancora il tempo della politica per il bene comune / res publica ?

Sicuramente è sempre il tempo della politica intesa come il raggiungimento del bene comune, in merito al riscontro numerico in termini di consensi è evidente che non paga nell’immediato, ma alla fine credo che i consensi che si riesce ad ottenere sono consensi ricevuti perché “sai fare”.

Lei viene dalla scuola del Msi, a che gioco sta giocando Fini con Berlusconi ?

Nessun gioco e nessuna strumentalizzazione, il Presidente Fini, sta mostrando ancora una volta di essere un uomo coerente e capace di essere “istituzionalmente” corretto.

Mi spiego, Fini sta cercando di tutelare il ruolo del parlamento e dei parlamentari e non lesina il suo parere anche se può sembrare contrario alla maggioranza di governo.

Tornando a cose locali quanto guadagna un consigliere comunale ?

Il consigliere comunale percepisce un gettone di presenza di 45€ lordo, non si fa il consigliere comunale per lo stipendio, lo si fa per passione, per essere utile alla comunità. Calcoli che sei mesi di gettoni possono arrivare max a 450/500 €

Lei è presidente della seconda commissione servizi sociali, sanità, cultura, pubblica istruzione,

di cosa vi state occupando ?

Come presidente innanzitutto ho voluto far stravolgere il tipo di lavoro che una commissione fa.

Da puramente consultivo, senza stimolare l'interesse pubblico, l'ho portata fuori dal palazzo.

La commissione deve dare la sensazione alla gente che l'istituzione è vicina.

Concretamente, ad esempio, riguardo la vicenda Rsa, verificato lo stato di non avanzamento dei lavori, interpellata e sollecitata la Asl ci ha garantito che in tarda primavera l'opera sarà completata.

Per la cultura voglio impegnare la cittadinanza tutto l'anno con manifestazioni culturali con un raccordo sinergico fra le associazioni. La commissione lavora a stretto contatto con l'assessore Ricciardi in tal senso.

E' possibile allargare l'albo delle associazioni anche a quei soggetti con P. iva che si occupano di cultura?

Certo. Si può studiare una maniera per farlo. Con una integrazione all'albo, dobbiamo unire tutti i soggetti interessati, è necessaria una rete, fare sistema fra imprenditori della cultura e associazioni per il bene della crescita culturale del paese.

Prima di congedarci Le chiedo a riguardo di due polemiche nate sul nostro sito, ovvero quella inerente l'organizzazione del mercatino di Santa Lucia e quella in merito all'esistenza del movimento giovanile di destra, sez. nojana, Giovane Italia.

Per il primo punto, sul vostro sito è nata una polemica, io sono intervenuto come socio fondatore di alleanza Nojana poiché mi sono sentito profondamente colpito,

mi ha fatto male sapere che qualcuno pensasse che la nostra associazione si volesse attribuire il merito del mercatino, festa che tutti sanno è organizzata dall' Ant.

E' stato un errore tipografico, nello stilare il calendario eventi, i ragazzi hanno omesso di scrivere - partecipa alla festa del mercatino di Santa Lucia - ma

il giorno stesso in cui ci è stato fatto notare è stato ristampato il nuovo

manifesto con la dicitura: - parteciperà con il suo stand al mercatino di Santa Lucia -.

Abbiamo sbagliato sì, ma è inutile scomodare l'assessore alla cultura, il sindaco, è stato eccessivo

tutto ciò, e sulla vostra testata ho ricordato a qualcuno che l'offesa è un reato, spero sia una parentesi superata.

Per il secondo punto esiste in Via Pardo, Azione Giovani verso Giovane Italia.

C' è qualcosa che non ha detto e che vorrebbe dire ?

Voglio essere un buon esempio per i miei figli.