GAL PRONTO, IOVELE CHIEDE RADDOPPIO QUOTE PRIVATI

gal-costituzione-mola-rutigliano-casamassima-noicattaro


Martedì 19 gennaio presso la sala convegni del castello angioino di Mola si è tenuta l’ultima assemblea preparatoria in vista del 25 gennaio, giorno che sancirà la costituzione formale del Gal del sud est barese.

Ai lavori, presieduti dal sindaco di Noicattaro Vanni Dipierro e introdotti dall’assessore all’ambiente di Mola Pietro Santamaria, hanno potuto partecipare tutti i soggetti che entro il 30 dicembre 2009 avevano versato almeno il 25% del capitale sociale stabilito.

Il Gal (gruppo di azione locale) sarà una società consortile costituita da soggetti sia pubblici che privati interessati ad esercitare nei comuni di Casamassima, Acquaviva delle Fonti, Conversano, Noicattaro, Rutigliano e Mola di Bari attraverso strategie miranti alla valorizzazione del territorio e all’innovazione del sistema produttivo locale, nel rispetto del patrimonio storico-culturale e dell’ambiente, per favorire la creazione di nuovi posti di lavoro. Una volta costituitosi, il Gal potrà accedere a tutte le forme di finanziamento.

25 GENNAIO COSTITUZIONE DEL GAL - Durante l’assemblea sono stati discussi tre ordini del giorno - adeguamento dello statuto secondo disposizione notarile, indicazione dei componenti del collegio sindacale, ratifica dei componenti del cda espressione di soggetti pubblici ed istituzionali- in un’atmosfera tutto sommato tranquilla ma caratterizzata da leggere polemiche che, tuttavia, non hanno frenato l’entusiasmo per un progetto destinato, nella migliore delle ipotesi, a dare un contributo decisivo al miglioramento dell’economia locale e, quindi, all’ aumento dell’occupazione giovanile.

LA PROPOSTA DI IOVELE - L’Assessore all’Innovazione e Semplificazione P.A. Vincenzo Iovele, ha proposto di raddoppiare la quota dei privati fino alla concorrenza del doppio: “Chiedo il raddoppio per mantenere invariato il peso dei privati rispetto a quello dei soci pubblici”. Tuttavia, la mozione non è stata accolta.