INTERVISTA A GIACOMO OLIVIERI, CANDIDATO IDV

ISA_E_OLIVIERI


Isa Sportelli, (a sinistra nella foto) consigliera comunale di opposizione, ha presentato il candidato IDV al consiglio regionale Giacomo Olivieri (a destra).

Sono state dette molte cose, alcune riprendendo gli slogan elettorali del candidato: il nucleare è un business di pochi, l’acqua non si privatizza, la salute non si lottizza, le nomine dei dirigenti ospedalieri non devono essere più di competenza politica.

Olivieri da mezzo nojano per parte di madre, si è impegnato anche per Noicàttaro ed in particolare sulla R.S.U.: la sua prima interrogazione, sarà proprio sullo stato dei lavori della residenza sanitaria nojana.

Noicattaroweb lo ha incontrato a tergo della tappa nojana della sua campagna elettorale, tenutasi lo scorso sabato 20 febbraio nella biblioteca comunale.

 


Olivieri Le chiediamo una sua breve presentazione politica e personale per gli utenti di Noicattaroweb

Sono Giacomo Olivieri, candidato Italia dei Valori alla Regione Puglia. Vi invito a guardare il mio sito ww.giacomoolivieri.it, per maggiori informazioni. Sono sposato felicemente, padre di 3 bellissimi figli, avvocato. Mi piace fare l’avvocato ma anche fare il politico.

Perché i nojani dovrebbero votarla?

Le ragioni sono tutte approfondite sul mio sito. Nello specifico a Noicàttaro ci sarà uno sportello curato dalla consigliera Isa Sportelli, la quale è la persona deputata a Noicàttaro a lavorare con me in sinergia sulla campagna elettorale del sottoscritto.

Perché ha scelto proprio Isa Sportelli?

Isa Sportelli è la mia faccia nojana. La sua passione contagerà sicuramente gli altri comuni. Lei saprà perfettamente come gestire e coinvolgere con la sua grinta la cittadinanza nojana.

Quali sono i pro e i contro della legislatura regionale appena conclusa ?

I pro sono numerosi. Di contro c’è sicuramente l’argomento sanità e acquedotto, entrambi gestiti in maniera fallimentare. Per quest’ultimo bisogna virare sul dirigente: il dott. Bianco deve andare a casa. Guadagna 350 mila euro all’anno, ha due auto di servizio, una dépendance vicino al Petruzzelli, nonostante sia di Gioia del Colle. Non è possibile autorizzare simili spese in tempi di crisi, anche i dirigenti devono avere uno stipendio limitato.

Perché il parco della Lama San Giorgio non nasce?

Perché non c’è nessuno in Regione Puglia che lo sta sponsorizzando. Non avete nessuno del territorio che se ne occupi. Abbiamo creato molti parchi in territorio salentino perché molti consiglieri se ne sono occupati. Purtroppo dal Comune di Noicàttaro non è mai arrivata alcuna sollecitazione, io per primo ho sentito parlare di questo parco solo dai giornali.

Perché i pugliesi non sono così informati sulla centrale nucleare a Ostuni?

I pugliesi sono poco informati o male informati perché volutamente si cerca di tenere l’attenzione bassa. Vi ringrazio a tal proposito per il lavoro di libera informazione che network come il vostro fanno perché abbiamo reali difficoltà a far emergere la questione sui giornali di tiratura nazionale. Si guardi ad esempio al moltiplicarsi di informazioni a favore del nucleare in questi ultimi tempi. C’è una persuasione sottile e subliminare che cerca di orientare l’opinione pubblica a favore del nucleare.

La sua opinione in merito alla futura piattaforma petrolifera a Monopoli?

Si tratta di una manovra economica delle lobby di potere che non tutela affatto, anzi danneggia, la risorsa turistica della nostra regione. Una piattaforma è accompagnata da una serie di interventi quali ad esempio i corridoi del petrolio che vanno ad intasare e sporcare il territorio. Per di più il gioco non vale la candela: i cittadini pugliesi non ne guadagnerebbero nulla neanche dal lato economico.


I giovani?

La mia lotta contro il binomio imprenditoria-precariato giovanile intende mettere fine ad un sistema che porta i giovani ad essere sfruttati ed a esaurirsi. Preferisco un contratto serio che dieci precari. I tirocini sono ugualmente da tenere sotto controllo perché costituiscono un meccanismo che può arricchire il bagaglio professionale dei ragazzi, a patto però che siano effettuati a determinate condizioni, evitando così che si trasformino in mero sfruttamento.

Vizi e virtù della gestione Vendola in sanità?

La sanità è tutta viziata perché risponde ad un meccanismo consolidato ma va detto che non è un problema esclusivamente pugliese. Tuttavia il Presidente Vendola non ha vizi, solo virtù. Voglio segnalare l’egregia attività svolta dall’assessore all’urbanistica Barbanente. Se qualche assessore ha tradito la sua fiducia ha pagato.

Ascoltando il coordinatore regionale IDV Zazzera, si è però avuta l’impressione che non ci fosse tutta questa stima nei confronti del governatore.

Zazzera ha contestato Vendola da sempre sulla sanità, così come ha criticato il PD meglio ancora. Poi, in sintonia col presidente Dipietro, e con molta umiltà, ha deciso di riconoscere i meriti di Vendola e di risostenerlo. Negli ultimi venti giorni abbiamo visto uno Zazzera che abbracciava Vendola sul palco. Anche se fa un po’ strano, in questo momento è prevalsa, per fortuna, la ragione. Vendola è la nostra speranza perché è un leader di calibro nazionale, ed avere un pugliese come leader nazionale è un’opportunità non indifferente.

(Qui di seguito alcune foto della serata).

 

OLIVIERI2

 

 

OLIVIERI3

 

 

OLIVIERI