ATTENZIONE: MANIACO SUI TRENI

treni_fse

 

Mercoledì 19 agosto 2009, a bordo del treno proveniente da Bari (via Conversano) e diretto a Putignano, si è verificato uno sgradevole episodio. Sono circa le ore 18.45, quando il mezzo di trasporto pubblico ha effettuato la fermata nella stazione di Noicattaro.

Di ritorno con un gruppo di amiche, poiché frequentiamo i precorsi al Policlinico di Bari, abbiamo visto salire questo signore tarchiato, con una polo azzurra, occhiali e capelli neri, che viene a sedersi dalle nostre parti, in corrispondenza di una donna di Rutigliano.

Ho subito notato questo tipo strano che parlava da solo sottovoce, fino al momento in cui la donna che gli era accanto si è alzata per scendere alla sua fermata. Lui le ha rivolto la parola, dettandole anche il numero di telefono. La donna, evidentemente spaventata, si è allontanata e lui si è alzato di scatto seguendola.

Arrivati a Rutigliano, l’uomo ha però deciso di restare a bordo del treno, lasciando andare la donna e andandosi a sedere nei pressi di un’altra ragazza. Il copione è stato più o meno lo stesso, ma quest’ultima si è alzata andando ad avvisare il controllore dell’accaduto.

Nel frattempo, il tipo in questione, si è seduto accanto ad altre due studentesse. Il capotreno è giunto, chiedendo al signore di favorire il biglietto e poi invitando le studentesse (spaventatissime) a seguirlo in un posto più sicuro.

Non è finita qui. Il capolinea era Putignano, il maniaco è sceso dirigendosi lungo il viale della stazione, verso corso Umberto I. All’altezza de “La casa del detersivo” ha fermato una donna chiedendole l’orario, lei cortesemente gliel’ha comunicato, ma lui deve aver esagerato poiché la donna si è subito allontanata. Ero abbastanza distante ma ho seguito la situazione. Il culmine si è avuto proprio davanti alla Benetton in piazza Principe di Piemonte. Lì, questo maniaco, guardando la vetrina, ha iniziato a toccarsi le parti intime, senza preoccuparsi di niente salvo poi dirigersi sul corso e scomparendo dalla mia vista.

In seguito, ho saputo che lo stesso tipo in questione si è recato spesso a Putignano e, in un’occasione, ha tentato di rubare una birra in una nota salumeria e, in un'altra occasione, ha importunato almeno un’altra ragazza. Dopo quel giorno non ho più incontrato questo tizio, ma raccomando a tutti la massima attenzione soprattutto in treno. Cercate di viaggiare sempre in due o cercate un sedile libero in mezzo a tanta gente o anche accanto alla porta della cabina del capotreno.

Mi auguro che le autorità competenti diano un’occhiata alle telecamere di sorveglianza presenti nel treno e mettano fine alle avventure di questo tipo. Io sono un ragazzo, ma la mia fidanzata dovrà prendere quel treno da ottobre, quindi chiedo che si possa viaggiare in totale sicurezza sui treni onde evitare anche casi di “giustizia solitaria”.