UFFICIALIZZATA LA CITTADINANZA ATTIVA NOJANA

CITTADINANZA_ATTIVA



Finalmente è nata anche a Noicàttaro, Cittadinanza Attiva.

Si è svolta ieri, domenica 21, nella sala consiliare, la presentazione  ufficicale della nuova Associazione di Volontariato  e  di  impegno  civile  ai  sensi  della  Legge  266/91.

Erano presenti Ester Tattoli, coordinatrice nazionale di Cittadinanza Attiva, il sindaco Vanni Dipierro, il presidente del consiglio Pino Fonzo, l'assessore Giacomo Latrofa, i consiglieri Isa Sportelli, Gerardo Decaro ed il consigliere Diserio.

Numerosi cittadini sono intervenuti ed un interessante dibattito si è svolto per tutta la durata dell'incontro.

L’associazione è un coordinamento spontaneo di cittadini, trasversale, unito dalla voglia di partecipare ed essere informato sulle scelte che influiscono sul nostro territorio e nasce dalla esigenza reale di promuovere e sostenere tutte quelle iniziative, attività ed interventi finalizzati al miglioramento di vita e di salute dei residenti nel territorio comunale, problemi connessi in modo specifico alla difesa e alla salvaguardia dei diritti civili, alla tutela della salute e alla tutela dell’ambiente e vuole essere un'opportunità per rimettere in discussione il nostro futuro e costruire un'alternativa culturale basata sulla PARTECIPAZIONE diretta dei cittadini.


<< Siamo convinti >>, ha ribadito Isa Sportelli, fra i principali soggetti fautori di questa associazione, assieme a Decaro, << che questa nuova iniziativa porterà benefici non solo in termini di miglioramento della qualità della vita dei residenti ma tutelerà meglio i diritti e i rapporti dei cittadini con la nostra attuale Amministrazione Comunale >>.

Le finalità dell’Associazione sono:

Perseguire  con  ogni  mezzo  legittimo, anche  attraverso  il ricorso  allo  strumento

giudiziario le seguenti finalità nonché ogni altra conseguente e connessa:

a) la tutela dei diritti e degli interessi delle persone nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni;

b) la difesa del consumatore-utente nei rapporti con le Aziende pubbliche o private produttrici, distributrici ed erogatrici di beni e servizi, la difesa dell’interesse individuale e collettivo alla trasparenza, correttezza, equità dei contratti, nonché all’economicità dell’offerta;

c) la difesa e la tutela dei diritti e degli interessi individuali e collettivi dei Consumatori e Utenti, allorquando agiscano quali risparmiatori, investitori o contribuenti, che acquistino o comunque fruiscano di prodotti e servizi bancari, creditizi, finanziari, assicurativi e postali, attraverso la vigilanza sul mercato mobiliare ed immobiliare, nonché il ricorso allo strumento giudiziario in tutte le ipotesi delittuose atte a ledere direttamente o indirettamente il regolare funzionamento dei mercati ed il diritto del cittadino a corrette comunicazioni, informazioni e prospettazioni circa le condizioni economiche dei relativi prodotti e servizi;

d) il corretto rapporto tra Cittadini e giustizia;

e) il pluralismo, l’obiettività e la trasparenza dell’informazione al pubblico e della comunicazione, anche pubblicitaria comunque resa, finalizzata alla promozione, distribuzione e vendita di beni e servizi;

f) l’accesso e la fruizione sicura per i cittadini di tutte le tecnologie di trasmissione e comunicazione dati, audio e video esistenti e dei relativi contenuti, nel rispetto delle normative vigenti in materia di regolamentazione, trasparenza e garanzie degli utenti, nonché dei dati personali e della tutela dei minori;

g) la tutela e la salute delle persone e del rispetto dei diritti del malato e della sua famiglia, anche nei rapporti con le strutture sanitarie pubbliche e private e con le aziende produttrici e distributrici di prodotti e servizi destinati alla salute delle persone;

h) la tutela di bambini, anziani, disabili e persone economicamente svantaggiate;

i) il miglioramento della qualità della vita e della protezione dell’ambiente e la tutela della salute dei cittadini da ogni forma di inquinamento;

j) la tutela e la valorizzazione del paesaggio, dei beni culturali, architettonici e di interesse artistico, anche attraverso la vigilanza e la denuncia di ogni forma di abuso e deturpamento attuati in violazione di leggi e regolamenti, favorendo una loro migliore fruizione collettiva;

k) la sicurezza alimentare, la tutela dei consumatori dalle frodi e la difesa e promozione dei prodotti tipici locali come patrimonio biologico e culturale;

l) la promozione e la divulgazione della cultura attraverso attività di progettazione, di studio, ed iniziative attinenti i diritti dei cittadini e degli utenti;

m) il rispetto delle diversità di etnia, religione, identità sessuale, promuovendo la concreta realizzazione dei diritti degli immigrati dalle norme nazionali, comunitarie e dalle convenzioni internazionali, per l’integrazione sociale e la costituzione di una società multietnica e multiculturale e la valorizzazione della diversità in genere, con la promozione di una politica di piena realizzazione e pari opportunità nel lavoro, nella vita politica, economica e culturale.

Mentre gli Obiettivi sono i seguenti:

a) promuovere iniziative di studio e ricerca dirette alla realizzazione di singoli obiettivi;

b) elaborare e proporre norme per la tutela dei diritti dei cittadini e stabilire, a tal fine, rapporti con le istituzioni culturali e scientifiche pubbliche e private;

c) pubblicare organi periodici di informazione e collane editoriali, attivare siti telematici, realizzare strumenti multimediali;

d) promuovere ed esercitare azioni nelle sedi giudiziarie civili, amministrative e penali e dinanzi alle Autorità di garanzia, ai sensi della vigente legislazione: in particolare tutelare in tutte le sedi giudiziarie i diritti e gli interessi dei cittadini quali consumatori, risparmiatori, utenti e contribuenti agendo, resistendo o intervenendo nei giudizi civili, amministrativi, tributari sia a titolo individuale che nell’interesse delle predette categorie; inoltre tutelare i diritti dei consumatori, dei risparmiatori degli utenti e dei contribuenti lesi da condotte penalmente illecite mediante esposti denunce, querele, richieste di sequestro all’Autorità Giudiziaria, nonché costituendosi parte civile quale soggetto danneggiato o quale associazione rappresentativa degli interessi lesi dal reato, nei processi relativi ai fatti penalmente rilevanti che direttamente o indirettamente ledono o mettono in pericolo i beni giuridici ed i diritti nelle materie elencate all’art. 2;

e) intervenire nei giudizi civili e penali per il risarcimento dei danni derivanti dalla lesione di interessi collettivi concernenti le finalità generali perseguite dall’associazione;

f) intervenire nei procedimenti amministrativi ai sensi dell’art 9 della Legge 7 agosto 1990 n. 241 e succ. mod.;

g) partecipare o stipulare convenzioni con strutture esterne per assicurare servizi esclusivi ai Soci e servizi agevolati ai Consumatori;

h) assumere ogni altra iniziativa utile a livello territoriale per il raggiungimento degli scopi statutari;

i) promuove la formazione di proprie strutture provinciali e territoriali. Potrà, inoltre, stabilire, forme di collaborazione, conservando piena autonomia, con associazioni a carattere internazionale, nazionale e locale, istituzioni culturali e scientifiche ed altri enti pubblici o privati