Sabato 25 Novembre 2017
   
Text Size

Preliminari di Consiglio. Emersi numerosi punti dirimenti

Noicattaro. Consiglio Comunale 1 front

 

Vengono di seguito proposti gli interventi preliminari emersi nell’assise di Consiglio Comunale tenutasi in seduta ordinaria lo scorso mercoledì 8 Novembre, presenziata tra gli altri dal nuovo Segretario Comunale, dott. Giuseppe Leopizzi.

Apre le danze il consigliere Ciavarella, il quale lamenta il mancato venir incontro alle esigenze degli esponenti di minoranza in relazione alla fissazione della data del Consiglio. Premesso di dover tener debitamente conto tanto delle esigenze della maggioranza quanto di quelle della minoranza, il Presidente del Consiglio Di Pinto replica affermando di dover per forza di cose scontentare qualcuno, considerate le differenti necessità individuali.

Nell’intervento successivo, il consigliere Santamaria rende noto di star ancora attendendo risposta alle richieste di interrogazioni datate 20 Giugno. Il medesimo consigliere evidenzia inoltre un problema relativo alla realizzazione del comparto 4 su via Torre a Mare, dove, a suo dire, il Comune non è ancora pronto a realizzare l’impianto di sollevamento della condotta fognaria. Come da successiva replica del sindaco, a essere realizzato non sarà il sollevatore, già esistente, ma il tronco di fogna. Le utenze, chiarisce Innamorato, non potranno tuttavia allacciarsi al sollevatore poiché già saturo, dovendo viceversa installare a spese proprie o del consorzio delle fosse Imhoff.

In relazione alla mobilità del Dirigente Lasorella, attualmente in servizio presso gli uffici regionali e suscettibile di ritorno in sede a danno del Dirigente che si sarà nel frattempo insediato, Santamaria lamenta inoltre la scarsa attività dell’Ufficio Tecnico di pertinenza, foriero di appena una lottizzazione in un anno e mezzo, con permessi e progetti fermi. Sempre da replica del sindaco, si apprende che la procedura avviata per l’assunzione del nuovo Dirigente è direttamente connessa alla mobilità concessa al Dirigente Lasorella: ad oggi, pertanto, questa mobilità risulta essere concessa per un anno, con il Dirigente che verrà assunto a tempo determinato. Sulla questione lottizzazioni, Innamorato informa come le stesse debbano previamente essere istruite, potendosi osservare procedere nella giusta direzione l’istruttoria di alcuni comparti che porterà successivamente all’approvazione. Non soddisfatto della risposta il consigliere Santamaria, secondo il quale si sta facendo una cattiva programmazione di quella che è l’urbanistica. Le istruttorie si sono sempre fatte, afferma, se in un anno e mezzo è accaduto il contrario significa che i due assessori non stanno svolgendo appieno il proprio compito.

Costernato il consigliere Pignataro, causa la mancata lettura della relazione afferente i conclusi lavori della Commissione Speciale istituita con delibera n. 8 del 14/3/2017, afferente al servizio unitario di spazzamento, raccolta e trasporto di rifiuti solidi urbani assimilati e servizi annessi, gestione associata del bacino Aro Ba 7. Nel lasciare libertà di comunicazioni, il Presidente del Consiglio e il consigliere My specificano tuttavia che, per poter essere letta, la relazione di cui sopra deve essere portata in Consiglio come ordine del giorno.

Il consigliere Ciavarella chiede successivamente di ricevere informazioni riguardo la seduta del 26 Settembre della III Commissione, relativamente alla proposta di modifica per la protrazione del periodo di occupazione del suolo pubblico. Sebbene la Commissione abbia dato parere favorevole in relazione agli articoli 10 e 11, informa il consigliere, qualche attività pubblica si è comunque lamentata poiché, pur inoltrando richiesta, ha ricevuto diniego. Nella successiva replica, il consigliere Dammicco informa che l’articolo ravvisava delle irregolarità nei citati articoli 10 e 11, motivo per cui la delibera di Giunta ha modificato la scadenza al 31/12, con l’amministrazione impegnata a redigere un nuovo Regolamento sui Dehors, che sarà pubblicato in settimana.

Ciavarella pone in seguito l’attenzione sulla manutenzione della pubblica illuminazione. A seguito di guasti verificatisi non molto tempo addietro in alcune zone del paese, riferisce, si osservano ancora oggi delle lampade spente. Sulla richiesta del consigliere circa la problematica Aro (scadenza termini procedura di secondo grado) e successiva risposta del sindaco, rimandiamo a un apposito articolo sulla questione presente in questo stesso numero.


[da La Voce del Paese dell'11 Novembre]

Noicattaro. Consiglio Comunale 1 intero

Commenti 

 
#19 Premionobel 2017-11-22 07:03
Catone, certo che si è capito!
Ma chi doveva capire non vuole capire, per opportunismo.
 
 
#18 Catone il Censore 2017-11-19 16:00
Premionobel,
ho semplicemente RACCOLTO la tua INTELLIGENTE provocazione con un commento che e'sulla scia del tuo....Non si è capito?....????????????
 
 
#17 Premionobel 2017-11-19 12:42
Catone il censore. ovviamente la mia era una provocazione!
Nella consapevolezza che gli argomenti scomodi a questa maggioranza non vengono, minimamente, affrontati dai presunti giornalisti locali!
 
 
#16 Kiavik 2017-11-18 16:21
Angela Mileto, quanto hai pagato di eccedenza testo alla redazione?
Spero non sprechi acqua, luce e gas come le parole elencate nei commenti
 
 
#15 MAGO OTELMA 2017-11-17 20:01
tra qualche anno saranno tutti PD
 
 
#14 Catone il Censore 2017-11-16 22:06
X Premionobel
ricomponiamo il post rimasto a metà per indurre una riflessione sulla seconda parte del tuo commento che parte dell'incipit
" Visto che c'è, il giornalista Rizzello....."
Spiace deluderti, ma siamo a Noja, non in America e non ci sono premi Pulitzer.
E sulle cooperative e relative lottizzazioni le capre campano....
 
 
#13 Premionobel 2017-11-16 22:02
Dimmi catone il censore
 
 
#12 Cellulare 2017-11-16 14:10
Per Angela e Sergio, hanno inventato i cellulari!
Chiamatevi.
 
 
#11 Catone il Censore 2017-11-16 13:37
X premionobel
 
 
#10 Angela Mileto 2017-11-15 22:31
Ciao Sergio, la tua proposta nell'organizzare un primo incontro tra colleghi per valutare l'analisi sullo stato dell'arte dei provvedimenti presi-non presi e delle relative conseguenze sui portatori di interesse (cittadini) la condivido in pieno...a presto
 
 
#9 Babbo natale 2017-11-15 20:12
no problem arriva babbo natale
 
 
#8 Angela Mileto 2017-11-15 11:04
Caro “rivoluzione” io non ho problemi a scrivere il mio nome e cognome, pertanto avrei gradito che anche lei facesse la stessa cosa dato che sta giustificando un OPERATO che ritengo DISASTROSO per le ragioni da me esplicate; in particolare, sarebbe utile per la collettività che rispondesse tecnicamente ad ogni punto sulle problematiche sollevate e non attraverso “spot inutili”. Io non amo parlare il “politichese” ma se il “cambiamento” (da capire quale…dati i presupposti) deve passare attraverso un disagio che può provocare danni irreparabili alla collettività (e purtroppo ci sono tutte le condizioni) a noi questo tipo di cambiamento certo non interessa, perchè accecante e utile solo alla vostra campagna elettorale ma non certo alla famiglia che risparmia con sacrificio per vedere realizzato un piccolo ampliamento, ai privati che desiderano conservare e usufruire di diritti consolidati, a coloro che da anni pagano tasse per rendere edificabile un terreno e porlo sul mercato alla pari di altri (con grossi benefici sul relativo mercato), alle imprese che hanno investito soldi, alle aziende che hanno bisogno di nuovi spazi magari anche per assumere nuovo personale, al problema sollevato dal CM 4 ecc… per non parlare dell’idea di nuova città che trovo utopica oggi più che mai perchè certo non può passare sul cadavere dei nojani già martoriati. Che l’ufficio avesse alcune criticità è noto a tutti ma a mio avviso la soluzione non si trova nel “virtuale azzeramento” di personale competente (perché è solo virtuale e voi lo chiamate cambiamento) e la sostituzione dello stesso con personale da formare, dato che le suddette problematiche e altre importanti possono essere risolte solo attraverso una seria competenza e senso di responsabilità. Se sbaglio sarei la prima e non unica ad esserne felice, così come sarebbe opportuno rispondere tecnicamente ai problemi sollevati senza dare responsabilità agli assenti e soprattutto alla Consulta Tecnica, perché questo significa non solo ingannare e prendere in giro ma peggio ancora non aver capito niente sulla natura dei problemi. Ripeto gli spot elettorali poco ci interessano se non c’è un serio riscontro con la realtà, siamo operatori siamo cittadini e come tali vogliamo vedere solo la RISOLUZIONE e non il CAMBIAMENTO dei PROBLEMI.
 
 
#7 ardito sergio 2017-11-15 08:38
Angela, la tua analisi è piu che condivisibile e veritiera. Ad oggi una sola riunione convocata da questa amministrazione sul nuovo regolamento edilizio fatta prima dell'estate, poi sono scomparsi mancando scadenze e obiettivi e impegni presi con i tecnici. Hanno definito la consulta tecnica una perdita di tempo: probabilmente non hanno nemmeno capito di cosa stessero parlando. potremmo continuare all'infinito. Penso che vada fatta a breve una riunione tra tutti i tecnici per fare un punto della situazione. Per il resto evito di scrivere qui perchè è il covo di molti anonimi coniglietti che hanno difficoltà ad associare il loro nome al proprio pensiero.
 
 
#6 Fumo di Londra 2017-11-15 06:15
X rivoluzione
avvocato d'ufficio.......a difesa dell'indifendibile?...... :-* ;-)
 
 
#5 rivoluzione 2017-11-14 18:55
è sempre stato in uno stato di stallo l'ufficio tecnico e non solo,ora cè un riordino di quasi tutti i settori,al fine di migliorare il servizio al cittadino che ahimè è sempre mancato,logico che gli uffici con i relativi addetti hanno solo bisogno di entrare a regime in virtù di un cambiamento ,tutto questo porterà nel breve tempo possibile ad un efficientamento dei servizi
 
 
#4 INNOMINATO 2017-11-14 13:02
CONSIGLIERI DI OPPOSIZIONE ? RECITANO IL RUOLO DI ATTORI DA TEATRO IN UNA COMMEDIA CHE VEDE NOIANI VITTIME(O ARTEFICI IRRESPONSABILI) DA 40 ANNI DI UN PROCESSO POLITICO PENSATO NELLA LOGICA STRATEGICA METROPOLITANA CHE HA NEL
TEMPO VOLUTAMENTE DEPAUPERATO IL POTERE LOCALE
AMMINISTRATIVO DEL NOSTRO COMUNE. MA DI TALE PROCESSO PERVERSO DI RIFORMA ISTITUZIONALE DELLE ENTITA' POLITICHE AMMINISRATIVE 'LOCALI (VEDI LEGGE SULLE AUTONOMIE)IL NOSTRO COMUNE VEDE GLI EFFETTI SOLO DELLA COSIDETTA SBANDIERATA PENTASTELLATA CRITICITA'DI ISTITUZIONI ESISTENTI CHE IN MANIERA SOTTACIUTA STANNO PER ESSERE SOSTITUITI DALLA STRATEGICA RIFORMA METROPOLITANA.!!!NON SOLO I TECNICI ARCHITETTI O INGENGHERI(ILLUMINATI) DOVREBBERO APRIRE GLI OCCHI DIFRONTE ALLA LOGICA METROPOLITANA BARESE MESSA IN ATTO E ALIMENTATA DALLA POLITICA DI SINISTRA STAALE REGIONALE E SOPRATUTTO LOCALE.! PERCIO' I CONSIGLIERI LOCALI DELLA VUOTA OPPOSIZIONE (TUTTI)DEVONO ASSUMRESI LA PIENA RESPONSABILITA? DELLO SFASCIO ISTTITUZIONALE BURORATICO CHE STA ACCADENDO IN NOIA IN QUESTI ULTIMI ANNI!!ALLA MAGGIORANZA CINQUE STELLE CONSIGLIO DI SCENDERE SULLA TERRA E DI CAPIRE I FATTI ACCADUTI LOCALMENTE NEL TEMPO PASSATO PRIMA DI PRENDERE DECSIONI CONTRARIE AL PUBBLICO INTERRSSE GENERALE!!!! LIBERO CITTADINO ( INNOMINATO )
 
 
#3 Premionobel 2017-11-14 06:37
Architetto Mileto analisi impeccabile!
Purtroppo siamo di fronte ad una amministrazione che campa alla giornata, con provvedimenti imbarazzanti!
Come imbarazzanti sono le dichiarazioni del sindaco in risposta al consigliere Santamaria circa il comparto 4 e la problematica degli scarichi fognari!
Invito il giornalista Rizzello ad approfondire con l’AQP se quanto dichiarato dal sindaco circa la esistenza dell’impianto di sollevamento corrisponde alla realtà!
Visto che c’è, il giornalista Rizzello potrebbe approfondire quali sono le lottizzazioni o cooperative che insistono sul comparto 4; a chi fanno capo e se ci sono legami di parentela tra membri del consiglio di amministrazione delle stesse e membri della giunta a cinque stelle/sel.
Così tanto per capire qualcosa in più!
Buona giornata e buon lavoro.
 
 
#2 Angela Mileto 2017-11-13 18:58
In questa seduta, i consiglieri Santamaria e Pignataro hanno sollevato temi molto delicati pertinenti la gestione dell'ufficio tecnico e con essa le relative conseguenze sugli utenti, tema che non può e non deve essere affrontato con siffatta superficialità. Mi duole confermare che allo stato attuale l'ufficio sembra essere in "balia delle onde" (scusate l'espressione ma la sento così) come non mai e ancora peggio temo le prospettive future. Già, Decaro in pensione (si sapeva da anni), Lasorella alla Regione in posizione di comando per un anno (prorogabile) e l'idea di unificare i due settori-che condividerei ma non in un momento così delicato-perchè? La conseguenza di questa scelta OGGI sarebbe deleteria per l'interesse dei cittadini: infatti vede la pubblicazione di un avviso pubblico per l'incarico dirigenziale in questi termini-"a tempo determinato e comunque fino al rientro del dirigente Lasorella"; considerato che la posizione di comando così come può essere prorogata potrebbe anche terminare prima del previsto (per tante ragioni) ditemi di grazia chi potrà avere interesse a partecipare ad un avviso del genere..., perchè chiunque parteciperà per una situazione così precaria voglio vedere con quale spirito di continuità e di programmazione si porrà se (scusate la battuta ironica ma è solo per rendere l'idea) ogni mattina deve chiamare il Dirigente Lasorella per avere aggiornamenti sulla sua posizione di rientro. In una fase così delicata, in cui la "spada" dell'approvazione del RET pende sui diritti di tutti i cittadini nojani e dico tutti (anche il proprietario della sola unica casa per non parlare di imprenditori che hanno investito soldi con il rischio di vedersi ridurre il bene per il quale hanno investito) e sul quale giace un silenzio da paura, in un contesto in cui la Variante PIP è ancora in adozione (in funzione della quale davvero diverse aziende valutano trasferimenti altrove), con una sola Lottizzazione approvata (ma già adottata dal commissario 16 mesi prima), con pratiche edilizie arenate da mesi e mesi e oggi anche assegnate a personale che deve fare esperienza, mi chiedo se questa è una scelta davvero RESPONSABILE. La faccenda non riguarda noi tecnici in quanto tali, ma la risposta di un servizio alla collettività per non parlare di "nuova idea di città" così tanto propagandata... ma a noi basterebbe parlare di semplice servizio da garantire e magari migliorare per il quale invece al momento si registra solo un drammatico stallo.
QUALI PROSPETTIVE PER IL FUTURO PROSSIMO??? Io vedo nero, una decisione più responsabile vedrebbe altre soluzioni che invito a valutare, e per cortesia... non date responsabilità inesistenti a chi non dovete come alla Consulta Tecnica, anzi su questa mancata opportunità si apre un altro triste capitolo.
Ho la triste sensazione che gli spot prevalgano sul senso della realtà.
 
 
#1 beduino 2017-11-13 18:21
Domanda: Perchè Noicattaro è un deserto ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI