Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

Tortelli dice la sua sulle recenti vicende consiliari

Noicattaro. tortelli front

 

Viene di seguito proposta l’intervista al consigliere di minoranza Michele Tortelli, all’indomani delle vicende occorse nell’ultimo Consiglio comunale culminate con la sua espulsione dall’aula.

È giustificato quanto accaduto in consiglio per quanto la riguarda?

Ringrazio in primo luogo alcuni esponenti del Partito Democratico, nonché i colleghi consiglieri d’opposizione per la solidarietà dimostrata nei miei confronti. Sebbene espressione di diversa parte politica, hanno dimostrato innanzitutto, al di là dell’appartenenza partitica, rispetto verso la mia persona. Detto ciò, spesso sono intervenuto senza che il presidente mi avesse concesso parola, come prevedono le regole, nel dibattito alle volte s’è presi dalle contrapposizioni di veduta. E comunque, visto che il presidente del consiglio e la maggioranza sono intransigenti nel rispetto delle regole, eticamente questo deve valere per tutti! Infatti proprio in apertura, avevo ricordato al Presidente una delle regole fondamentali del galateo istituzionale, vale a dire la puntualità e, dunque, il rispetto delle regole. Il monsignor della casa deve appunto far rispettare la puntualità: fissano un orario, ma continuano a presentarsi con mezz’ora di ritardo. Qualche tempo addietro si è dimesso il primo ministro inglese, Michael Bates, per essere giunto in aula con qualche minuto di ritardo per rispondere a un’interrogazione presentata dal Partito Laburista. La puntualità, il rispetto per gli impegni, è fondamentale.

L’elemento scatenante sembra essere stata una sua frase proferita all’indirizzo del Presidente del Consiglio, probabilmente intesa come mancanza di rispetto verso la carica istituzionale che rappresenta …

Sì, è vero, non ho difficoltà ad ammettere di essermi rivolto al Presidente in maniera sferzante, al quale porgo le mie scuse, e tuttavia debbo anche dire che mi è stata tolta la parola in maniera ingiustificata. Leggevo la mia relazione, e sono stato a mio parere immotivatamente interrotto. Sarebbe stata giustificata l’interruzione se io stesso avessi adottato un linguaggio ingiurioso ed offensivo, come da regolamento, che peraltro lo stesso Presidente ha evidenziato senza però spiegarne le ragioni dell’interruzione! Dunque il Presidente dovrebbe chiedere scusa a sè stesso poiché senza una ragione valida mi ha interrotto e nel dibattito politico e sulle idee, la libertà di pensiero va rispettata se si vuole rispetto.

Le opposizioni hanno poi abbandonato l’aula in segno di protesta e solidarietà nei suoi confronti …

Siamo arrivati a un punto dove le opposizioni non contano più, non conta più il loro pensiero, le loro argomentazioni e men che meno il contraddittorio. Ci chiedono di collaborare: perché una tematica così importante come la manutenzione del verde pubblico non è stata concordata assieme alle vedute dell’opposizione?

Ritiene di aver utilizzato dei toni accesi durante lo scorso consiglio?

I toni sono un falso problema, a volte ci sta accalorarsi soprattutto innanzi a molta arroganza e spesso scherno da parte di chi poi non ha da impartire lezioni né di argomenti, “bon ton” ed educazione. Infatti la loro realtà è misera anche se “indorano la pillola", pensi che in due anni circa di amministrazione a “cinque stelle”, si fa per dire, le situazioni nel paese non sono migliorate. L’amministrazione continua a perdere bandi, ripeto, ribaltando la verità. I due bandi vinti non sono frutto della loro progettualità, ma dell’impegno delle passate amministrazioni.

Si riferisce ai bandi vinti per il parco e la video-sorveglianza?

Esattamente. Tra l’altro, ci sono oggi 51 videocamere sul territorio: sarei curioso di sapere se sono funzionanti o indolentemente spente. Mi aspetto un cambio di passo: che governino solo se in grado di farlo, ma sempre nel rispetto delle persone.

Due parole sulla sfilata dei carri …

Intanto inizio col dire che non segnalare sarebbe equivalso ad avere un atteggiamento omertoso e irresponsabile. E poi non è stato bello osservare una maggioranza strumentalizzare il tutto coinvolgendo in maniera subdola, strisciante, i bambini. Giacché sono stati alcuni di loro a strumentalizzarla, perché diversamente, se fosse stata premeditata come dicono, avremmo sporto denuncia, ed invece abbiamo solo “segnalato”, cosa diversa, giacché non avevamo nessun elemento in mano, è spettato per l’appunto alle autorità preposte accertarlo e sanzionarlo, cosa che è accaduta, e di cui avete già scritto. Infine, curioso e irresponsabile come la consigliera Didonna, nel suo intervento in consiglio, abbia liquidato la cosa definendola “cosa di poco conto”, per lei l’assenza di immatricolazioni dei mezzi e le coperture assicurative dei medesimi, sono inezie. Incredibile! “Chi è causa del suo male pianga sé stesso”.

Il Sindaco sostiene tuttavia che il consigliere Santamaria avrebbe dovuto riferire per tempo delle modifiche ai carri …

Ricordo che il consigliere Santamaria, probabilmente ignaro della problematica, non ha partecipato con noi alla segnalazione, non avendo nemmeno comunicazioni sulla stessa da parte nostra. Proporrei all’amministrazione di iniziare a fare qualcosa di buono per il paese: demonizzare gli avversari non basta, bisogna guardare ai problemi irrisolti del paese e ce ne sono tanti. Se non hanno le necessarie capacità per operare in tal senso, che si facciano da parte; il loro atteggiamento di arroganza dimostra la totale inadeguatezza al ruolo.

[da La Voce del Paese del 2 Marzo]

Noicattaro. tortelli intero

Commenti 

 
#8 CARLO MAGNO 2018-03-11 14:11
Ci vorrebbe tra questi Cheff Canavacciuolo.
 
 
#7 Catilina 2018-03-11 11:56
A me pare si stia scherzando con il fuoco.governare a tutti i livelli non d' semplice n'è facile.ci vuole umilta'e cultura che non vedo.a parte i selfie e le autocelebrazione bisogna zappare.una riflessione Rutigliano prende la stessa percentuale di voti che prendono i grillino a noicattaro ma quest'ultimi al governo.allora fu vera gloria o.......meditate gente meditate.....
 
 
#6 Vi sfugge qualcosa 2018-03-09 09:21
Forse a qualcuno è sfuggito qualcosa. Dopo che il cons. Tortelli si è rivolto al Presidente con un "STAI ZITTO" e non "STIA ZITTO", il Presidente a sua volta non è stato da meno perchè nel suo richiamo al Tortelli gli è scappato un "STIA ZITTO". Pregherei di andarvi a rivedere la registrazione. Il tutto per ilb dover di correttezza.
 
 
#5 speranzoso 2018-03-08 21:56
Tortelli sei davvero patetico, tu e il resto delle opposizioni bravi solo a queste sceneggiate.Piuttosto presentate soluzioni alternative e credibili, che anche se non verranno accolte serviranno almeno a rendere voi, piu' credibili.
ps. a scanso di equivoci, non sono grillino
 
 
#4 nojano45678+1 2018-03-07 15:17
ma come può il vicepresidente del consiglio rivolersi al presidente durante un consiglio comunale dicendo stia zitto? e poi gli arroganti sono quelli della maggioranza?
ma pfavor
 
 
#3 Multa 2018-03-07 14:34
Niente non c’è verso che riescano a pubblicare online in presunto articolo cartaceo sulla multa comminata alla associazione.
Questo per evitare che il maggior numero di persone possa sapere la verità?
Su un po’ di coraggio....attendiamo con ansia la pubblicazione sul web dell’articolo sulla multa comminata per i carri.
 
 
#2 Multa 2018-03-07 08:09
Aspettiamo con ansia la pubblicazione sul web dell’articolo sulla multa comminata per i carri.
Ad oggi nulla!
Come mai?
Forse di vuole evitare che un maggior numero di lettori possaxsapere la verità sul perché la sfilata di carnevale è stata bloccata dalle Forze dell’Ordine?
Attendiamo...
 
 
#1 nojano45678 2018-03-06 17:46
Se non hanno le necessarie capacità per operare in tal senso, che si facciano da parte; il loro atteggiamento di arroganza dimostra la totale inadeguatezza al ruolo. Parole sante !!! Bravo Tortelli....
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI