Elezioni, Innamorato:“I cittadini hanno premiato il nostro lavoro”

Noicattaro. sindaco innamorato front

Con 5542 voti al Senato e 6637 alla Camera, anche Noicattaro viene travolta dall’ondata di voti per il Movimento 5 Stelle. Una conferma nel nostro paese, vista l’affermazione dello stesso Movimento a Noicattaro nel 2016, in occasione delle Amministrative.

Naturalmente, molto soddisfatto il sindaco Raimondo Innamorato. “Era nell’aria una vittoria così schiacciante – esordisce il sindaco – anche perché sono sicuro del lavoro che stiamo facendo. Stiamo rispettando tutti i programmi che avevamo prefissato durante la nostra campagna elettorale, programmi che stanno convincendo ancor di più i cittadini”.

“Questo voto non solo conferma, ma accresce la nostra percentuale rispetto alle Amministrative” – continua Innamorato – poiché quasi un nojano su 2 ci ha votato. Questo risultato ci fa lavorare ancora più sereni, anche se serenissimi lo eravamo anche prima del 4 Marzo”.

Stiamo facendo un bel lavoro e la cittadinanza ce l’ha riconosciuto – puntualizza il sindaco – e tanto lavoro faremo ancora, perché tanto ancora c’è da fare. Abbiamo ereditato una situazione problematica sotto tanti punti di vista nel nostro paese, e non è facile sistemare tutto dall’oggi al domani. Ma con il duro lavoro e l’impegno sono convinto che ci riusciremo, insieme alla mia squadra”.

Una squadra che ha accompagnato il sindaco sin dall’elezione alla guida del paese. “Siamo l’unica forza politica credibile esistente a Noicattaro. – dice Innamorato – Il PD si è letteralmente auto-distrutto attraverso le loro continue campagne denigratorie nei nostri confronti, non pensando minimamente al bene dei cittadini. Inoltre, noi stiamo garantendo una stabilità politica che mai si era vista prima, durante le precedenti Amministrazioni. Dopo 2 anni, infatti, siamo sempre gli stessi, non ho cambiato un assessore o consigliere. Siamo uniti e compatti, senza screzi o litigi tra noi”.

La gente ha capito che loro vogliono solo mettere zizzania, senza proporre niente di costruttivo, – aggiunge il sindaco – inventandosi casi inesistenti anche contro la mia persona. Vengono in Consiglio solo per partecipare ai preliminari, in modo tale da discutere inutilmente, leggere i loro temini dettati da qualcun altro alla regia e abbandonare inesorabilmente l’aula. Così non si fa una politica costruttiva, che guardi al bene del paese.”

Poi un pensiero circa quelli che sono stati i risultati del Movimento a livello nazionale. “L’incarico deve necessariamente essere affidato dal Presidente Mattarella a Luigi di Maio. – conclude il sindaco – Di fronte all’alternativa tra il Centro-Destra o il Movimento, quest’ultimo garantisce senza dubbio maggiore stabilità di governo per la sua coesione e coerenza, fermo restando che i seggi mancanti andranno cercati non con inciuci, ma trovando adesioni alla squadra e al programma di governo che abbiamo già presentato prima delle elezioni".

[da La Voce del Paese del 10 Marzo]