Venerdì 20 Luglio 2018
   
Text Size

Pubblica illuminazione, via ai lavori per le nuove luci L.E.D.

Noicattaro. illuminazione front

Molto spesso alcune segnalazioni provenienti dai nostri lettori riguardavano il malfunzionamento della pubblica illuminazione. Black out, luci troppo fioche e tanto altro sono state le critiche più gettonate.

Proprio per ovviare a questo problema, recentemente sono stati avviati i lavori di installazione della nuova illuminazione pubblica, completamente aggiornata alla tecnologia L.E.D.

L’annuncio è stato dato, tramite un comunicato sulla propria pagina Facebook, dal sindaco Raimondo Innamorato. “I lavori di sostituzione – scrive il primo cittadino – garantiranno un rinnovo dei punti luce presenti nel nostro territorio. Tali opere, non solo permetteranno all’ente di risparmiare in termini di canone annuo (in aumento dal 2015), ma anche di rinnovare completamente l’intera linea della pubblica illuminazione con nuovi cavi, pali e punti luce”.

A questi si aggiungono i servizi migliorativi che l’amministrazione sarà in grado di attivare grazie alla nuova infrastruttura – aggiunge Innamorato – con l’installazione di pali intelligenti, punti wi-fi, limitatori di velocità, nell’ottica di una visione smart-city alla quale Noicattaro punta. È altresì previsto il potenziamento del flusso luminoso delle aree oggi poco illuminate”.

Alcune aggiunte al passo con i tempi che, speriamo, possano dotare il nostro paese di tutte quelle necessità che sono ormai diventate imprescindibili per una città moderna. Basti pensare ai punti wi-fi, citati dal sindaco, che sono presenti in quasi tutti i paesi, tranne nel nostro. In un mondo dominato dalla tecnologia e sempre più condizionato dalla miriade di cellulari e dei pc portatili, non si po' prescindere da tale innovazione.

Concludendo, nel suo post, il sindaco non si risparmia alcune parole al pepe. “Lì dove le amministrazioni passate hanno fallito – conclude – noi siamo riusciti ad ottenere un risultato importante in termini di efficienza energetica, risparmio economico e salvaguardia dell’ambiente”.

[da La Voce del Paese del 30 Giugno]

Noicattaro. illuminazione intero

Commenti 

 
#13 vitodidonna 2018-07-18 23:08
paese al buio...il re è nudo, paese caldo e accogliente... la parvenza, la bellezza, ma le 5 stelle...appena cinque non sono sufficienti a illuminare la Noja. a proposito nessuno o quasi firma più i commenti con il proprio nome e cognome...ragazzi non credo che il direttore o chi per lui amino l'Ovra...ma forse sono le ombre lunghe delle notti al buio.
 
 
#12 Impianto 2018-07-16 05:00
Ospite e Cittadino.
L’operazione del cambio luci notturne in considerazione il valore dell’impianto già esistente che, a mio parere, dovrebbe essere prima riscattato da chi tramite affidamenti diretto, e non mediante bando pubblico, si appresta a “darci luce”.
Sulla sostituzione delle lampade da gialle a bianche concordo con chi ha già evidenziato la perdita della bellezza di tali luci che almeno davano la parvenza di un paese caldo e accogliente.
Chissà chi sarà stato lo “scienziato” che ha scelto il tipo di luce. Secondo me hanno perso pure tempo a scegliere la forma della lampadina!
 
 
#11 oculipede 2018-07-13 17:53
Aprite gli occhi alle prossime elezioni e non sarete più al buio caro Mimmo A.
Capito l'antifona? direbbe un tuo concittadino
eh eh eh
 
 
#10 Niko 2018-07-13 11:44
Vi ricordo che gli impianti di illuminazione esistenti, a luci gialle, vennero realizzati solo qualche anno fa. Oggi si ritorna alle luci bianche togliendo al paese quella caraterristica di luci gialle. Inoltre, prima realizzare questi tipi divinterventi sarebbe stato meglio prima pensare di mettere in sicurezza il paese e, soprattutto le zone isolate. Mancano le strisce pedonali, i segnali stradali. I tir che continuano a circolare nel paese. Marciapiedi e strade sono sporche e dissestate. Se proprio si voleva pensare a risparmiare sarebbe stato meglio chiedere alla popolazione anche tramite facebook quale sarebbe stata la migliore soluzione. Per esempio io consiglierei gli amministratori di investire sull'energia alternativa. Pannelli solari istallandoli anche su abitazioni private inventivando chi vorrebbe aderire al rpogetto. Tutto ciò a costo zero considerata l'ulima offerta ENEL che installa pannelli a costo zero evitando cosi di pagare onerose bollette.
 
 
#9 Cittadino 2018-07-11 13:25
Capaci solo a sparlare! Ringraziate e zitti!
 
 
#8 Ospite 2018-07-11 13:24
Ma di cosa vi lamentate qui a Noicattaro? Invece di ringraziare,sparlate? Vedete Turi un Paese oltre che arretrato al BUIO PESTO!!!Ed in quel caso, cosa direste o fareste se anche qui fosse cosi'?
 
 
#7 Teleparchitelloalta 2018-07-11 07:24
Mimmo A. trasferisciti a Bari o a Torre a Mare.
 
 
#6 Distacco 2018-07-08 15:18
X Mimmo A. chiama i consiglieri a cinque stelle da voi votati in massa...
 
 
#5 ????? 2018-07-07 16:55
Sig. Mimmo A deve rivolgersi alla consigliera Tritto che abita in quella zona e che è stata votata proprio da quei cittadini. Poverina è presa dal controllo dell'immondizia ha tanto da fare non può occuparsi di tutto!!!!!
 
 
#4 telenoja 2018-07-07 12:52
Mimmo A non ti scomodare, tra un pò Decaro ci dà anche Torre a mare da lasciare al buio, tanto lui ha messo i pannelli solari a casa sua.
 
 
#3 mimmo A. 2018-07-06 17:20
Il sign.Decaro se non vado errato è il Sindaco di Bari,la zona in argomento ricade nella competenza del comune di Noicattaro.
Peccato, forse sarebbe stato meglio se la zona era accorpata al rione Torre a Mare.Se continuerà così sorgerà sicuramente un movimento popolare atto al distacco della zona (di circa 4800 abitanti)per chiedere di accorparla a T. a Mare.
 
 
#2 telebari 2018-07-06 16:05
Mimmo A.....Chiama a Decaro
 
 
#1 mimmo A. 2018-07-05 11:23
Vorrei ricordare che anche la cosidetta "zona mare" fa parte del Comune di Noicattaro; ma purtroppo essa è passata nell'area dell'oblio da svariate amministrazioni succedutesi negli anni. Basta percorrere la via di Scizzo (densamente abitata da vari residence) per constatare il degrato in tutti i sensi. Sembra che ci sia una perversa volontà per trascurare la zona. Chi sà a che fini? A pensar male si fa peccato...ecc.ecc. diceva Andreotti.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI