Lunedì 17 Giugno 2019
   
Text Size

Consiglio Comunale, approvata la convenzione per l’Alberghiero

Noicattaro. consiglio comunale front

Il Consiglio comunale del 9 Luglio scorso inizia con una comunicazione del Sindaco, circostanza in cui il primo cittadino presenta ufficialmente il nuovo assessore del comune di Noicattaro, il dottore agronomo Vito Fraschini, al quale vengono assegnate le deleghe all’Ambiente, all’Agricoltura e al Verde Urbano. Il neo assessore non manca di ringraziare il suo dimissionario predecessore, dott. Cocozza, per la professionalità e l’impegno profuso nella gestione di un settore così importante per il paese. “Quanto fatto da questo assessorato verrà comunque portato avanti, - rassicura -, nei prossimi giorni forniremo delle linee guida per l’utilizzo dei fitofarmaci e procederemo all’attivazione delle capannine meteo”. Il medesimo relazionante ricorda infine che beneficiare di un tale risultato è un po’ come salire su un treno in corsa; ciononostante, afferma, con il supporto dei consiglieri tutti, dell’amministrazione e dei cittadini, sarà possibile continuare a migliorare il paese.

“Certi della sua competenza al servizio della collettività, supporteremo il neo assessore nell’incarico assegnatogli” esordisce il consigliere Tritto in qualità di membro della Commissione Agricoltura. Il consigliere intervenuto evidenza poi le problematiche cui l’amministrazione è stata chiamata a intervenire, quali il contratto Consip di manutenzione del verde e il bando Aro, rammentando inoltre – nonostante il parere discorde del consigliere Tortelli – i tantissimi risultati raggiunti nei due anni di attività, tra cui: differenziata al 68%; apertura C.C.R.; riduzione della Tari a favore delle fasce più deboli; posizionamento cestini gettacarte; bando per le stazioni meteorologiche; nonché rifacimento del manto stradale di alcune strade campestri.

Nel lamentare l’utilizzo e, dunque, il rendiconto non corretto dei gettoni di presenza finora lasciati a disposizione dell’amministrazione da parte delle opposizioni, il consigliere Santamaria rende in seguito noto che, a partire dalla giornata del presente Consiglio, i citati gettoni di presenza torneranno a essere fruibili dalle stesse opposizioni per essere destinati ad azioni opportunamente rendicontate aventi carattere sociale.

Approvata la resocontazione integrale della seduta di Consiglio Comunale del 06/06/2018, si passa all’elezione del vice presidente di Consiglio comunale, - provvedimento resosi necessario in seguito alle note vicende occorse al consigliere Tortelli -, con i risultati dello scrutinio a indicare il consigliere Arcangelo Porrelli, quale espressione unanime dell’intera maggioranza. Sul punto, gli esponenti di minoranza – rappresentati dai consiglieri Pignataro, Santamaria e Tortelli – scelgono di non partecipare al voto allontanandosi dall’aula, salvo poi farvi ritorno a fine scrutinio.

Successivamente approvato lo schema di convenzione con la Città Metropolitana di Bari che consentirà di disporre in loco di una scuola di indirizzo superiore, nella fattispecie un Istituto Professionale Alberghiero, quale sede distaccata del "De Lilla" di Polignano a Mare. La citata convenzione prevede la concessione in comodato d'uso della porzione di fabbricato di attuale utilizzo scolastico di pertinenza della scuola “Pende”. Momenti di tensione in aula allorché il consigliere Borgia riferisce di innumerevoli pressioni dei partiti di opposizione affinché il progetto non andasse in porto, con la conseguente insorgenza degli esponenti di minoranza presenti. A placare gli animi interviene il Sindaco, rammentando che, piuttosto che ai presenti, la citata azione osteggiatrice va specificamente individuata in un referente del Partico Democratico. Tuttavia, pur dichiarandosi favorevoli all’apertura di una scuola superiore a Noicattaro, i consiglieri di opposizione scelgono di astenersi dalla votazione sul punto, lamentando lo scarso tempo a disposizione per l’accesso agli atti. E, questo, nonostante il Segretario generale dott. Leopizzi chiarisca che gli allegati sono parte integrante e sostanziale dell'atto deliberativo e vanno pubblicati nell'Albo Pretorio. In caso contrario rimangono agli atti all'interno del fascicolo, venendo restituiti all'ufficio proponente dopo la pubblicazione dell'atto deliberativo, vale a dire all'Ufficio Tecnico. Secondo gli artefici del descritto comportamento, le motivazioni del gesto vanno ricercate sia nel mancato coinvolgimento delle opposizioni allo sviluppo del progetto – alle quali si chiede unicamente di approvare un qualcosa di già pronto -, sia per l’assenza nella delibera in oggetto di taluni specifici allegati che, di fatto, impediscono di beneficiare di una chiara visione progettuale. Secondo le affermazioni del consigliere Tortelli sul medesimo punto, inoltre, il trend delle iscrizioni – dati alla mano – appare in netto calo, risultando in molti casi sufficiente un semplice corso di formazione per esercitare la professione di chef.

Praticamente senza storia l’approvazione dei successivi punti all’ordine del giorno, con le conseguenti richieste di chiarimento ascritte quasi esclusivamente al consigliere Santamaria, unico rappresentante di minoranza rimasto fino al termine del Consiglio. Così, mentre l’assessore Scattarella relaziona sugli interventi per la tutela e la valorizzazione di aree di attrazione naturale, sul Bilancio di previsione 2018-2010 e sulla modifica del Piano triennale dei Lavori pubblici 2018, l’assessore e vice Sindaco Latrofa chiude disquisendo sulla convenzione per la gestione associata delle funzioni e dei servizi socio-assistenziali nei comuni di Mola di Bari, Rutigliano e Noicattaro, oltre che sul riconoscimento di alcuni debiti fuori bilancio, rispettivamente in ordine a una richiesta di risarcimento di un cittadino per un sinistro su suolo pubblico (per un importo riconosciuto di € 700.000 a fronte di un’iniziale richiesta di € 2.500) e a un debito afferente le spese legali liquidate in sentenza, cui l’amministrazione è stata condannata per non aver espresso alcun tipo di parere (né favorevole, né sfavorevole) circa una decisione del Tar concernente la richiesta di autorizzazione per l’installazione di cartelli pubblicitari sul suolo comunale.

[da La Voce del Paese del 14 Luglio]

Noicattaro. Consiglio comunale intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI