Domenica 19 Agosto 2018
   
Text Size

Variante S.S. 16, la questione portata al Ministero

Noicattaro. variante ss 16 front

Una variante della Ss 16 che attraverserebbe il nostro comune, oltre ai comuni di Mola e Triggiano. Una ipotesi portata avanti dall’A.N.A.S., in comune accordo con l’Assessorato Regionale ai Trasporti.

Una ipotesi che presenta qualche punto su cui riflettere, come afferma il sindaco Raimondo Innamorato: “il progetto preliminare (redatto e sottoposto nel settembre 2009 all’amministrazione comunale del tempo) – scrive il sindaco in un comunicato – mira a risolvere la congestione viaria della Statale nel tratto che intercorre tra i quartieri baresi di Torre a Mare, Sant’Anna e Japigia, mediante la modifica dell’attuale sede stradale”.

“Il tracciato proposto, però, - continua il sindaco - impatterebbe in maniera drastica sul nostro comprensorio, poiché attraverserebbe le nostre lame (San Giorgio e Giotta) per poi recidere la strada provinciale Noicattaro-Torre a Mare, a 250 metri dalla zona residenziale verso mare”.

Una soluzione che deturperebbe quello che è il paesaggio attuale delle lame, andando a sconvolgere la caratteristica flora e fauna del territorio. “Nell’ultima Conferenza, tenutasi a Bari – continua il sindaco – presso gli uffici regionali di via Gentile, alla presenza di tutti i soggetti coinvolti, la nostra amministrazione ha già eccepito il progetto, dichiarandosi contraria a questa soluzione”.

In quest’ottica, quindi, si inserisce l’incontro, avvenuto giovedì scorso, tra il sindaco, accompagnato dall’assessore Vito Santamaria, e il deputato Giovanni Vianello (referente della commissione parlamentare), oltre al sottosegretario al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti Michele Dell’Orco.

“Il Ministero – ha annunciato il sindaco – attiverà uno studio per meglio valutare la proposta di A.N.A.S., al fine di analizzare i benefici e i costi dell’opera ed eventualmente porre in essere una esecuzione più sostenibile ed utile alle comunità che ci onoriamo di rappresentare”.

[da La Voce del Paese del 21 Luglio]

Noicattaro. variante ss 16 intero

Commenti 

 
#6 Noiano in fuga 2018-08-02 10:47
Caro Matteo, iniziamo a salvaguardare il territorio dal basso, con piccole opere. Evitiamo di inondare l'aria di fitofarmaci, evitiamo di lasciare escrementi di cane dappertutto, evitiamo di lasciare cartacce, lattine e bottiglie per strada, evitiamo di lanciare rifiuti dalle auto. Se a Noicattaro non si fa tutto questo ci preoccupiamo della variante alla SS 16?
 
 
#5 Matteo 2018-08-01 07:51
Sindaco , continui tale impegno per salvaguardare il nostro territorio, e soprattutto le nostre lame. Tale variante alla statale 16 impatterebbe su molti proprietari di uva da tavola e non solo che si vedrebbero costretti all'esproprio su un'opera costosa e devastante come impatto negativo sul territorio. Continui tale impegno Sindaco , io sono con lei.
 
 
#4 come la 106 2018-07-31 11:59
in calabria la ss 106 passa ancora paese per paese perchè le amministrazioni si oppongono alla statale esterna. risultato: ore e ore di traffico per raggiungere la meta.
 
 
#3 ANANAS 2018-07-28 16:45
Faccio finta che non ho letto l'articolo....
 
 
#2 Aspesenostre 2018-07-28 10:15
Speriamo che non si risolva il tutto come per la questione dell’alberghiero ovvero spostamento della s.s. 16a spese nostre.... :lol:
 
 
#1 Cittadino Italiano 2018-07-27 14:26
La variante consentirebbe di tagliare drasticamente il traffico veicolare nella zona residenziale verso Torre a Mare. Quel tratto sarebbe così percorso solo da coloro che si recano alla "marina", facilitando il raggiungimento della SS 16. Le lame si superano con ponti adeguati all'ambiente e nell'occasione si potrebbe pensare seriamente ad una circonvallazione per Noicattaro. Quindi pensiamoci bene prima di opporci per il solo gusto di farlo!!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI