Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

L’odissea delle giostrine per disabili: ancora nulla all’orizzonte

Noicattaro. antenore e pisicchio front

Torniamo sulla questione dell’adeguamento dei parchi comunali con l’installazione delle giostrine destinate ai bambini con disabilità. Il 2017 si era chiuso con la notizia della perdita dei finanziamenti regionali da parte del comune di Noicattaro a causa di un “problema tecnico” con la posta elettronica certificata all’atto di trasmettere i documenti per la partecipazione al bando. Il sindaco Innamorato in una diretta Facebook il 12 dicembre aveva dichiarato: “Falso che Noicattaro non faccia nulla per l’adeguamento dei parchi con giostrine per bambini disabili” perché, nonostante la perdita dei finanziamenti regionali, “Il progetto verrà continuato e lo faremo comunque ad inizio 2018 poiché avevamo previsto una somma per co-finanziare il finanziamento del bando”. Il sindaco in quell’occasione aveva mostrato alla telecamera la planimetria del progetto con costi e dati tecnici ed aveva dichiarato che il comune “aveva previsto € 8.972 aggiuntivi ai 10mila del bando” rassicurando i “genitori dispiaciuti o delusi” che l’amministrazione avrebbe realizzato comunque quel parco per inaugurarlo nei primi mesi del 2018.

Nel primo numero di Gennaio 2018 avevamo dato la notizia del recupero del finanziamento precedentemente perso dal comune, grazie all’intervento ex machina dell’ex consigliere comunale Massimiliano Antenore, vicino all’assessore regionale con deleghe alla Pianificazione territoriale Alfonso Pisicchio. In particolare Antenore, in quell’occasione, aveva riferito al nostro giornale di essersi prodigato nei confronti di Pisicchio affinchè Noicattaro potesse rientrare nei finanziamenti previsti dal bando. Il 18 dicembre, dunque, durante una riunione interna al Consiglio regionale pugliese, il Gruppo consiliare “La Puglia con Emiliano” (il gruppo di Pisicchio) aveva presentato un emendamento a favore dei Comuni non rientrati nel precedente bando di finanziamento che erano stati accolti e approvati in Commissione Bilancio e che avrebbero fatto parte del testo del bilancio di previsione della Regione Puglia.

Arriviamo ai giorni nostri: poche settimane fa, la redazione de La Voce del Paese – Noicattaro era tornata ad occuparsi della questione dopo esser stata contattata da un gruppo di cittadini che, attraverso le nostre pagine, avevano chiesto pubblicamente all’amministrazione quale fosse lo stato dell’arte di alcune opere destinate a persone diversamente abili e se quelle giostrine per bambini disabili avrebbero mai visto la luce.
Siamo stati contattati nuovamente dall’ex consigliere comunale Massimiliano Antenore, oggi segretario territoriale a Noicattaro per Iniziativa Democratica di Alfonso Pisicchio.

Antenore, buone nuove?
Sono stato contattato da diverse persone che mi hanno fatto presente, in merito alla questione delle giostrine per bambini diversamente abili, che a distanza di 10 mesi dall’emendamento di Pisicchio a Noicattaro il progetto non è ancora stato realizzato. Non volevo lanciare una fake news e per questo sono andato in Regione Puglia richiedendo l’aspetto tecnico dell’emendamento e a che punto fosse l’iter amministrativo della Regione nei confronti del progetto.
E cosa le hanno detto?
La Regione Puglia mi ha comunicato che già da Maggio 2018 il comune di Noicattaro ha ricevuto la somma di € 10.000 previsti dal bando per l’adeguamento dei parchi. Ad oggi, però, il progetto non è stato ancora realizzato e se il comune non rendiconterà la spesa nei confronti della Regione Puglia, questo quantum economico rischia di dover essere restituito alla Regione senza che il progetto sia mai stato realizzato.
Che tempi avrebbe l’amministrazione per rendicontare?
Entro il 31 Dicembre il comune deve rendicontare per questo bando. Sono preoccupato perché sul territorio non ho visto l’installazione di queste giostrine e non capisco quale possa essere stato il motivo di questa lentezza. Ad Adelfia, ad esempio, nel parco Berlinguer dopo solo un mese dall’erogazione del finanziamento, il comune aveva provveduto ad installare le giostrine (vandalizzate dopo pochi giorni. ndr). 
Mi sono interfacciato con alcuni consiglieri della minoranza che mi hanno detto che hanno più volte fatto presente lo stesso stato di necessità. Si tratta pur sempre di giostrine destinate a bambini con disabilità. È ingiusto, sia sotto il punto di vista del profilo morale sia come opportunità, perdere questa occasione. Mi auguro che l’amministrazione possa cogliere l’appello dei cittadini e mantenere le promesse fatte.

[da La Voce del Paese del 27 Ottobre]

Noicattaro. antenore e pisicchio intero

Commenti 

 
#2 Catone il Censore 2018-11-01 18:09
Guardando le foto, non riesco a capire se sia Antenore che cerca di assomigliare al sindaco o viceversa. Leggendo le loro rispettive dichiarazioni, un tratto inconfutabilmente in comune, ce l'hanno, pero': L'INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL'ESSERE....... :P
 
 
#1 UnoQualsiasi 2018-10-31 06:36
Ancora con la storia dei 10 mila euro?
Ho saputo che il comune di Noicattaro ha vinto un bando di oltre 4 milioni di euro per la riqualificazione del centro storico (mai ricevuti così tanti in passato), perché non parli di questo?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI