Mercoledì 23 Ottobre 2019
   
Text Size

Primarie P.D., anche a Noicattaro trionfa Zingaretti

Noicattaro. primarie front

Domenica 3 Marzo si sono svolte le Primarie per l’elezione del nuovo segretario nazionale del Partito Democratico. Una votazione che ha visto trionfare, in maniera netta, con il 66% dei consensi, l’ex governatore della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Più staccati, invece, gli altri due candidati, con Maurizio Martina fermo al 23 % e Roberto Giacchetti al 13 %.

Si è votato anche a Noicattaro, in Sala Consiliare, durante tutta la giornata. La Voce del Paese ha intervistato Giuseppe Settanni, segretario cittadino del Partito Democratico, per conoscere un suo commento sui risultati nel nostro paese.

Sig. Settanni, qual è la sua opinione sul risultato e sull’affluenza nel nostro paese raffrontato con i dati nazionali?

Le Primarie a Noicattaro hanno visto la partecipazione di 725 cittadini, già di per sé un dato abbastanza sorprendente e anche molto motivante. Affluenza che è stata un po' lo specchio di tutto ciò che è accaduto in Italia, con 1.600.000 persone che si sono recate alle urne., in un momento in cui il Partito Democratico è forza di opposizione. Risultato che giunge alla fine di un anno estremamente particolare, visto che dopo il 4 Marzo scorso tutti davano il PD morto o in fasce di convalescenza. Il nostro partito, invece, esiste ancora, è vivo, seppur abbia perso qualche numero rispetto alle scorse primarie. E’ un partito che vuole mettersi al centro ed essere protagonista di un progetto chiaro del centro-sinistra, contro le barbarie di questo governo. I cittadini, molto probabilmente, si stanno rendendo conto di quanto questo governo stia creando dei danni alla nostra nazione e alla sua economia e società civile. E’ caratteristico che questa rinascita avvenga esattamente dopo un anno le elezioni politiche, sintomo di un nuovo inizio dopo una brutta caduta. A mio parere, però, questo congresso è arrivato molto in ritardo, dopo un anno in cui il nostro partito non ha avuto un segretario eletto, non ha avuto un punto di riferimento ben preciso. L’augurio a Zingaretti, il nuovo segretario suffragato con una maggioranza schiacciante, è che lui riesca a rendere il partito quel partito plurale, a vocazione maggioritaria e che, ripeto, si ponga al centro di questa opposizione contro la peggiore destra possibile, ossia quella di Salvini, e contro l’incompetenza del Movimento 5 Stelle. Certo, avrà un compito difficile, a partire dalle elezioni europee, per andare poi verso le amministrative, fino a competizioni elettorali più importanti, come le politiche, che prevedo si svolgeranno di qui a breve tempo. Dico così perché, secondo me, questo governo non avrà vita lunghissima, in quanto tra loro non c’è ancora un accordo su moltissime questioni, lasciate ancora tutt’ora in sospeso.

E a Noicattaro, nel dettaglio, com’è andata?

Per quanto riguarda Noicattaro la mozione di Maurizio Martina ha preso 97 voti, la mozione Giachetti-Ascanio “Sempre avanti” 159 voti e la mozione Zingaretti ha ottenuto in tutto 457 voti, divisi tra le due liste “Piazza Grande” (154 voti) e “La Puglia per Zingaretti (213). Nel nostro paese vi erano due candidati, Santa Giardinelli a sostegno della mozione Zingaretti nella listra “Piazza Grande” e Giuseppe Laforgia con “Sempre avanti” di Giacchetti-Ascani.. Voglio ringraziare comunque Giuseppe e Santa, che hanno dimostrato grande passione e impegno nei confronti del Congresso del Partito Democratico. Il nostro partito, infatti, si basa sul lavoro volontario e sull’impegno di queste persone. Per me, come segretario cittadino del PD, essere riuscito a portare due concittadini nelle liste per il Congresso Nazionale, è già un orgoglio, perché dimostra che il PD nojano riesce a parlare anche all’esterno e finalmente riesce ad ampliare i propri orizzonti. Questo è stato da sempre il mio obiettivo, poter dare un’espressione della comunità nojana anche all’esterno, a livello regionale e nazionale. Mi auguro che questo lavoro possa proseguire nel corso del tempo e magari riuscire ad avere, in un futuro, delle nostre rappresentanze dirette in più organismi, in tutti quelli che possiamo andare ad amministrare. Ringrazio tutti gli elettori, tutti i cittadini nojani che continuano a vedere nel PD un’opportunità e un’alternativa solida.

Ritiene che questo risultati possa far ben sperare per le Elezioni Comunali del 2021?

Io penso che i cittadini nojani abbiano conosciuto quello che è stato il cambiamento che tanto avevano desiderato con le elezioni comunali del 2016. Quando c’è stata la vittoria del Movimento 5 Stelle, seppur caratterizzata, secondo me, dal periodo storico e dall’ondata favorevole attraversata dallo stesso Movimento in quel lasso di tempo. Un Movimento che oggi non vive il suo momento migliore, poiché fagocitato dallo strapotere di Salvini in ambito nazionale. Anche a Noicattaro questo momento sfavorevole sta facendo sentire le sue conseguenze, perché molti cittadini si sono resi conto che il cambiamento richiesto, anche giustamente per certi versi, non abbia rispettato le aspettative che erano attorno a questa Amministrazione. Dei tanti proclami fatti durante la campagna elettorale del Movimento 5 Stelle niente è stato rispettato. Faccio l’esempio delle aree verdi e dei rifiuti, nodi centrali della loro propaganda e delle loro contestazioni quando erano all’opposizione. Vedendo un po' in giro, noto che questa politica delle aree verdi e dei rifiuti non ha portato i frutti sperati, anzi registriamo sempre più un abbandono e un’incuria delle stesse. Il punto fondamentale è quanto la classe politica del centro-sinistra riesca a rigenerarsi e rinnovarsi. Proprio su questo si fonderà l’impegno del Partito Democratico nojano, che io guido in questo momento, e l’impegno di tutte quelle persone che vorranno far parte di un progetto di centro-sinistra, per ritrovarsi sull’idea di Noicattaro, sull’idea di paese prima ancora che sulle persone. Di là si potrà avviare un processo e un progetto che ci vedrà, secondo me, protagonisti alle elezioni del 2021. Se noi riusciremo ad arrivare al 2021, partendo anche dal voto delle primarie di domenica scorsa, con un idea chiara che potrà essere sostenuta in modo inequivocabile da tutte le persone che sposeranno il nostro progetto, io credo che nel nostro paese potremmo dire, fare e pensare tantissime cose.

Molti sollevano dubbi sul pagamento dei 2 euro per la votazione, ma sappiamo di una vostra iniziativa benefica in tal senso..

Una parte del contributo ottenuto dai 2 euro speso dagli elettori per poter accedere alle votazioni di domenica scorsa, consistente in 650 euro, è stato devoluto in beneficienza ad Emergency. A dimostrazione che il Circolo di Noicattaro è sempre attento a queste tematiche e all’aiuto del prossimo. Colgo comunque l’occasione per informare i cittadini che siamo disponibili alla raccolta di tutte le loro istanze e tutte le loro segnalazioni, in modo tale da favorire l’impegno attivo di tutti i cittadini nell’amministrazione e nella cura del nostro paese.

[Da La Voce del Paese del 09 Marzo]

Noicattaro. primarie intero

Commenti 

 
#2 Pic 2019-03-15 08:33
E i sepolcri sono imbiancati
 
 
#1 vercingetorige 2019-03-12 14:12
Per quanto riguarda i 2 euro al partito, vi cito una frase del grande Enzo Biagi: IL CONVENTO E' POVERO, MA I FRATI SONO RICCHI"-
MEDITATE GENTE, MEDITATE, CARO SEGRETARIO
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI