Lunedì 10 Dicembre 2018
   
Text Size

INTERVISTA A ISA SPORTELLI

Foto_Isa_Sportelli

Proseguiamo, per conoscenza ai cittadini nojani e agli utenti di Noicàttaroweb, con le interviste a persone che si occupano di politica nel nostro comune. E' la volta di Isa Sportelli, consigliere comunale di opposizione, eletta nella lista civica Solidarietà e Progresso.

D: Di cosa si occupa e quali sono i motivi che la spingono a fare politica ?

R: << Lavoro nella pubblica amministrazione, sono operatrice della Asl, a 360 gradi, dove c'è bisogno di aiuto, io cerco di esserci. Ho il polso della situazione di molti dei problemi della cittadinanza, ma ci vuole poco, basta sapere ascoltare. Lavorando alla Asl ho compreso che non c'è ascolto per il cittadino, lo si rigetta con i suoi diritti i quali rimangono inespressi. Noi amministratori la dobbiamo smettere di pensare che siamo sulla poltrona per diritto divino, noi siamo qui perché dobbiamo risolvere i problemi, anzi addirittura dobbiamo saper prevenire il problema. Ho deciso di fare politica per dare voce ai problemi della cittadinanza >>.

D: Come nasce la sua voglia di partecipare al processo politico del paese ?

R: << Mastico politica da quando ero ragazzetta, sono profondamente socialista di formazione, quando Craxi disse: andate al mare e non votate per la scala mobile, capì che non potevo più esserlo con loro e mi avvicinai a quello che si chiamava P.c.i. fino al momento della bicamerale di D'Alema, evento che ha sortito in me l'effetto che ebbero le dichiarazioni di Craxi. Credo che Dalema abbia spianato la strada a l'avvento di quest'era imperante di Berlusconismo.

Da allora ho sviluppato una forte simpatia per Dipietro che ho iniziato a seguire e tuttora mi rappresenta  a pieno, ma nel cuore, infatti non faccio più parte dell' Italia Dei Valori, perché fino a quando ci saranno certe persone a livello locale, ho deciso che non vi entro. Non mi è piaciuta proprio la virata che ha avuto a livello locale l'Idv, necessita di pulizia e Dipietro deve comprendere come nel movimento locale,  è importante controllare i rappresentanti, non si può pensare solo ai voti, personalmente voglio salvare l'Idv a Noicàttaro assieme al dott Vito Scarpelli. Io e Vito siamo due idealisti e siamo fieri di esserlo, senza ideali non si vive! >>

D: Quali sono gli impegni assunti nei confronti della cittadinanza ?

R: << In generale per la salvaguardia della salute, della sicurezza e un impegno inerente la formazione del cittadino. Nello specifico contribuirò affinché Noicàttaro abbia un punto di pronto soccorso e una sala prelievi spingendo per l'apertura del presidio sanitario quanto prima. Farò monitorare la sicurezza nelle scuole e l'alto tasso di inquinamento acustico e atmosferico e organizzerò, con l'opposizione, numerose consulte aperte ai cittadini con l'intervento di relatori, su vari temi, e tutte per migliorare la consapevolezza del cittadino >>.

D: A riguardo della salute, cosa ne pensa del triangolo del tumore Noicàttaro-Rutigliano-Casamassima ?

R: << L'incidenza dei tumori in questo triangolo nel quale si adoperano in maniera massiccia fitofarmaci è elevato, e purtroppo forte è l'impatto su persone giovani.

Non sono medico, ma avendo diretto contatto con chi ha subito e subisce l'attacco di certe malattie e leggendo documenti che riguardano questa situazione, posso dire che sono molte le persone, che tra l'altro non lavorano direttamente in campagna e come detto anche di giovane età, che ogni anno si ammalano, e come ogni anno aumenta il tempo di irrorazione e la forza dei trattamenti di fitofarmaci i malati aumentano in modo graduale >>

D: Cosa pensa di fare a proposito ?

R: << Voglio iniziare a comunicare al contadino queste incidenze e rapporti fra certe malattie e l'uso di fitofarmaci, voglio parlargli, spiegargli che ci sono dei particolari animali che mangiano i parassiti e sostanze meno tossiche da adoperare, che dobbiamo ritornare indietro per la salute nostra e dei nostri figli.

Voglio organizzare consulte, incontri e seminari tematici in biblioteca con la presenza di relatori e personale specializzato. Di queste consulte ne farò molte, con l'aiuto del dott. Filippo Anelli e dell'opposizione tutta, su questo e ogni problema della cittadinanza. Quello sui fitofarmaci sarà una delle tante consulte che abbiamo in mente di fare >>.

D: Come sono i rapporti all'interno dell'opposizione ?

R: << L'opposizione sta lavorando bene, ci stiamo organizzando per un fronte comune, stiamo facendo squadra in maniera intelligente e costruttiva, saremo a tutelare gli interessi del cittadino e del paese. Avremmo vinto se a Noicàttaro non fosse consolidato un sistema clientelare di voto, un Manuale Cencelli lo chiamo io, ma anche stando all'opposizione faremo un ottimo lavoro >>.

D: Qual è la sua opinione in merito alla polemica sulla sagra dell'Uva ?

R: <<  Se abbiamo pochi soldi dobbiamo utilizzarli in base a delle priorità. A mio avviso non mi puoi fare la sagra dell'uva con questo sperpero e tra l'altro senza portare ricchezza al paese,

perché per fare il prodotto migliore l'operatore va educato e sostenuto in un ufficio di consulenza tutti i giorni dell'anno. Non puoi promuovere qualcosa che non approfondisci e sostieni a fondo. Questa sagra poi è staccata da una serie di cose, a Sammichele, paese dal quale provengo, la sagra della Zampina ha portato veramente ricchezza e cultura, a questo modello io mi ispiro >>.

D: Ha impegni imminenti ?

R: << Sì, sostegno alle famiglie con un diversamente abile in famiglia. Il servizio comunale che dovrebbero ricevere funziona molto  male, voglio monitorare e capire le cause e trovare soluzioni, sono troppe le denunce di disservizio che sto ricevendo >>.

Commenti 

 
#21 Lello Sansonetti 2009-10-06 16:28
Visto che Pipino ilLungo mi ha citato, ed a me non piace nascondermi dietro nick anonimi, perchè credo che ognuno deve avere il coraggio di dire le cose che pensa, anche sbagliate, mettendo la propria faccia. Vorrei dare una semplice risposta all'amica Isa.
Lei ha deciso di non far parte dell'IDV nojano per la presenza di certe persone (chi e quali??), rifiutando di fatto un confronto democratico all'interno di un partito politico dove chiunque ne condivide le idee può farne parte. L'amica Isa ha deciso, inseme ad altri amici, di non far parte più dell'IDV nojano, scelta che l'IDV nojano rispetta, però lei dimentica di dire che lei e il suo amico sono ancora tesserati al partito e partecipano a tutte le manifestazioni che l'IDV organizza. L'IDV è un partito di centro sinistra e loro stanno da tutt'altra parte.
Cara Isa purtroppo un partito ad uso e costume proprio non esiste bisogna avere il coraggio di rimanere confrontarsi, accettare se si è minoranza, scappare non è da persone corrette....o forse la fuga è stata dovuta da semplici calcoli elettorali???? Le porte dell'IDV per te sono aperte ma devi accettare il confronto democratico senza se e senza ma, altrimenti sei liberissima di continuare per la strada che hai intrapreso ma di non essere doppiogiochista ( a Bari sono dell'IDV a Noicàttaro sono di me stessa)...critichiamo sempre gli altri, chiediamo la pulizia e poi......
 
 
#20 nojana di adozione 2009-09-23 23:38
Sono d'accordo con te anonimo.
 
 
#19 anonimo 2009-09-23 16:56
Noiana di adozione basterebbe che tu andassi all'Istituto oncologico di bari per renderti conto che la questione inquinamento sia abbastanza seria.
Certo non tutto è attribuibile ai fitofarmaci ma anche altre sostanze sono presenti nell'aria sono ugualmente dannose, vedi fumi dei gas di scarico delle autovetture ecc..
Per il copia e incolla, come tu dici, non potevo esimermi dal non farlo sarebbe troppo dispendioso in termini di tempo riscrivere quanto riportato dai giornali e siti di Oncologia.
Cmq i problemi ci sono, speriamo che il buonsenso di tutti ci porti a vivere una vita più sana e senza questi problemi.
 
 
#18 nojana di adozione 2009-09-22 12:38
Vabbè hai sbagliato Nick Name fa niente faccio finta che è cosi' e non per altre motivazioni recondite.
Carissimo Anonimo: non sono SOLO una casalinga ma qualcuna che legge, capisce, insomma ne ne intende... anche per altre vie che forse intuisci.
I pesticidi fanno male d'accordo... (fino qua...) l'uso di tali sostanze è presente, e in maniera più insita e vicina alle famiglie, anche nei detergenti per le pulizie domestiche, per reprimere gli insetti cittadini ecc. Ormai tutti siamo circondati da sostanze nocive!
Attenzione pero' a sostenere che l'uso massiccio dei Fitofarmaci (e già la parola...) nel comune di Noicattaro, Rutigliano, ecc. sono la SOLA causa di questi mali atroci.
Conoscono gente che vive in montagna, tra caprette, mucche e pecore MALATE delle stesse malattie di cui tu citi l'esistenza.
Riduciamo i pesticidi (pacifico questo no?) ma attenzione ad attaccare, senza le conoscenze dovute, chi ne fa un uso giusto e consentito.
Copia - Incolla delle notizie... l'ho so fare pure io.
 
 
#17 anonimo 2009-09-21 16:49
Cara anonima fatti un giro delle rivendite di fitofarmaci e chiedi quante tonnellate vendono ogni anno così ti rendi conto di quanto schifo viene riversato nell'aria che respiriamo.
 
 
#16 anonimo 2009-09-21 16:48
Cara anonimo allarmato le multinazionali hanno tanti di quei soldi che possono permettersi di fare tutto.
I problemi veri sono quelli che leggi sotto.

Tumori e pesticidi: un’indagine sui tumori emolinfopoietici

L’esposizione ai pesticidi è riconosciuta essere un importante fattore di rischio ambientale associato allo sviluppo di tumori.

Studi epidemiologici hanno associato

- gli erbicidi fenossi al linfoma non Hodgkin e al sarcoma dei tessuti molli;

- i pesticidi organocloruri al sarcoma dei tessuti molli, al linfoma non Hodgkin e alla leucemia;

- gli erbicidi triazina al tumore ovarico.

Ricercatori dell’Istituto Toscano dei Tumori di Firenze hanno esaminato l’associazione tra tumori emolinfopoietici ed esposizioni occupazionali, comprendendo i pesticidi, in 11 aree in Italia, 9 delle quali erano aree agricole o miste.

Nelle 9 aree agricole sono stati intervistati 1925 soggetti ai quali era stato diagnosticato un tumore emolinfopoietico e 1232 soggetti di controllo.

E’ stato osservato un aumento del rischio per specifiche classi di pesticidi.

Il rischio di linfoma non-Hodgkin è risultato aumentato, seppur in modo statisticamente non significativo, nei soggetti esposti agli erbicidi fenossi, che non hanno impiegato equipaggiamento protettivo, mentre un aumento significativo del rischio è stato riscontrato dopo esposizione all’acido 2-4-diclorofenossiacetico ( 2,4-D ). ( Xagena_2006 )

Miligi L et al, Ann N Y Acad Sci 2006; 1076: 366-377


Link: OncologiaMedica.net

Link: MedicinaNews.it

Inoltre se non lo sai a Noicattaro c'è molta gente che ha sviluppato i linfomi non-Hodgkin. E io ne conosco alcuni.
 
 
#15 anonimo 2009-09-21 16:35
Cara anonime allarmata permettimi di farti leggere cosa i soli pesticidi di casa possono causare. Se sei una casalinga mi preoccuperei.
Figurati le tonnellate usate in campagna cosa possono provocare.

Uno studio della Georgetown University Lombardi Comprehensive Cancer Center ha messo in relazione la leucemia infantile con la presenza di tracce elevate di pesticidi usati in casa nelle urine dei bambini malati, ai quali bisognerà prestare maggiore attenzione. Lo studio, pubblicato sul numero di agosto di Therapeutic Drug Monitoring, ha messo a confronto campioni di urine di bimbi con la leucemia linfoblastica acuta (ALL) e le loro madri, con bambini sani e le loro madri.
 
 
#14 nojana di adozione 2009-09-18 19:21
Ecco un'altro che non ha chiare le idee:D
 
 
#13 Pipino Il Lungo 2009-09-17 20:31
... e chi ha parlato di fitofarmaci?
Io ho chiesto di fare i nomi e di dare le giustificazioni del caso ... nulla più!!
 
 
#12 nojana di adozione 2009-09-17 19:27
Carissimo anonimo,
quello che succede a Noicattaro e non solo è assolutamente chiaro nella mia mente. Non preoccuparti di questo.
Che tu sia un chimico non vuol dire essere sopra ogni ragionevole dubbio piu' informato degl'altri. I pesticipi vanno limitati e fino qui anche mio figlio ci arriva. Basta creare all'allarmismo in questa maniera. Dimostrare con i fatti che davvero TUTTI i nojani fanno un uso smodato dei fitofarmaci e che SOLO questi facciano male alla salute... questo è parlare facendo la differenza!
 
 
#11 anonimo 2009-09-16 19:25
Nojana di adozione forse non hai la giusta misura di quello che accade a noicattaro da anni, un uso smodato di fitofarmaci in agricoltura.
Essendo un chimico, non sò tu che titolo hai per parlare, posso garantirti che ciò che Isa ha detto è stato dimostrato da Legambiente e riportato nell'ultimo rapporto annuale 2009.

Se hai tempo lo cerchi in rete così ti informi bene prima di dire il nulla.
 
 
#10 anonimo 2009-09-16 19:19
Pipino spero tu sia lungo non solo di ... ma anche di qualcos'altro più in alto.
Certo è che i vertici dell'IDV hanno una ottima considerazione per Isa e non per altri e credo che tu sia uno di quelli che hai citato nel tuo commento.
Il fatto è che i tempi sono già maturi e a breve il superfluo tornerà nel posto dove merita ....
I nomi lihai fatti tu, per caso sono tuoi amici?
A breve vedrai la pulizzia politica in paese non ti preoccupare
 
 
#9 Pipino Il Lungo 2009-09-15 17:44
Cara Isa "Spocchielli" sei pregata di fare nomi e cognomi ... che significa "non faccio più parte dell' Italia Dei Valori, perché fino a quando ci saranno certe persone a livello locale, ho deciso che non vi entro."
A chi ti riferisci?
Sansonetti? Latrofa? Iovele? Antenore?
La gente deve sapere che razza di dipietrista sei se lanci il sasso e nascondi la mano?? Vergogna !!!!! Nomi e cognomi e giustificazione, o hai paura di qualcuno ?! Antrimenti stai zitta che fai più figura !
 
 
#8 bionsen82 2009-09-14 16:35
MA DA CHE DIPENDE? ALLE DONNE NON INTERESSA LA POLITICA?
 
 
#7 BIONSEN80 2009-09-14 16:29
POI TU GRAZIE PER LA RISPOSTA, CERTO CHE DUE SOLE DONNE MI SEMBRANO VERAMENTE POCHE
 
 
#6 nojana di adozione 2009-09-13 19:28
Il triangolo dei tumori? Ma cosa si fa' a creare allarmismo in questa maniera! Ma sulla base di quale statistica poi. Ha detto bene si ammalano di cancro anche persone che non lavorano nei campi (la regola doveva essere il contrario). Si deve parlare con dati certi alla mano e non per partito preso. Giustamente convocando esperti nel settore, medici ecc. e non per sentito dire.
 
 
#5 Nojana 2009-09-11 20:04
credo solo la signora sportelli e la professoressa zaccaro..
 
 
#4 bionsen82 2009-09-11 16:06
quante donne sono presenti in consiglio comunale ?
 
 
#3 anonimo 2009-09-11 15:21
infatti si scrive SAMMICHELE e non San Michele (vedo che ha corretto l'errore).
qual è: "qual" è un troncamento (o apocope) di "quale", non un'elisione!
buon lavoro!!!
 
 
#2 Carlo 2009-09-11 14:15
premetto che osservazioni sono ben accette per sammichele
caro Anonimo

ti invito a visitare il portale ufficiale del comune interessato per vedere come si scrive

http://www.comune.sammicheledibari.ba.it/jver/index.php

per qual è, non te lo spiego, se vuoi approfondisci tu.

ciao
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI