Sabato 25 Novembre 2017
   
Text Size

Virtus, parla il capitano dell’Under 19 Donato Loiotine

Noicattaro. Donato Loiotine front

 

Partenza sicuramente positiva dell’Under 19 di mister De Tomaso, che dopo l’esordio casalingo con vittoria, ha conquistato i tre punti contro l’Atletico Cassano in un campo da sempre ostico per i colori rossoneri. Solo l’arrivo al Pala Pertini degli Azzurri Conversano - domenica 5 Novembre - ha fermato la marcia dei rossoneri. I ragazzi di mister Giliberti, infatti, si sono imposti con 4 reti a 1. Il neo capitano Donato Loiotine, autore dell’unica rete locale del match, indiscusso protagonista di questo avvio di stagione, esprime la sua opinione sul campionato da affrontare.

Quali sono le prospettive di questa stagione? C’è una squadra che ritieni favorita nel girone S?

Abbiamo avuto un grande inizio di campionato. Dal nostro gruppo la società si aspetta molto, sicuramente l’obiettivo principale sono i play-off, obiettivo già raggiunto lo scorso anno. Penso che con umiltà e sacrificio da parte di tutto il gruppo, potremmo toglierci tante soddisfazioni. Per quanto riguarda il girone, ritengo che mai come quest’anno siamo davanti ad un campionato equilibratissimo, nel quale non mancano i grandi nomi come Sammichele e Cisternino.

Da capitano e leader in campo, senti un maggior carico di responsabilità?

Inevitabilmente essere capitano comporta un maggior carico di responsabilità, soprattutto perché sono il più grande in rosa. Nonostante tutto sono molto tranquillo perché ho un grande gruppo al mio fianco.

Hai avuto più volte modo di giocare e allenarti con la prima squadra. Pensi che, ai fini degli obiettivi stagionali dell’Under 19, siano utili questi excursus con i “grandi”?

Come hai ben detto, ho avuto e ho la fortuna di allenarmi con gente d’esperienza, che non può far altro che farmi migliorare. Ovviamente spero che poi, questo mio miglioramento, porti benefici anche al gruppo dell’Under.

Dal punto di vista personale, pensi di riuscire a superare le 9 reti della scorsa stagione?

Sinceramente penso di essere migliorato molto rispetto allo scorso anno, so muovermi meglio e quindi penso che qualche gol in più rispetto allo scorso anno lo farò. Vorrei precisare che per me non è una cosa essenziale far gol, l’importante è giocare bene per la squadra.

Come hai vissuto il passaggio, mai facile dal calcio a 11 al futsal?

I primi mesi di futsal sono stati molto travagliati. Tra calcio a 11 e calcio a 5 le differenze sono molte, ma con l’aiuto dei vari mister con cui ho avuto la fortuna di lavorare sino ad ora, ho superato queste difficoltà e mi sono adattato al meglio. Ho ancora tantissimo su cui lavorare per migliorarmi ed essere d’aiuto per la squadra.

Noicattaro. Donato Loiotine intero

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI