Pareggio pirotecnico al Pala Pertini, 2-2 con il Meta

Noicattaro. virtus meta front

 

Succede di tutto al palazzetto dello sport di Noicattaro. Due cartellini rossi completamente inventati dal direttore di gara a danno dei padroni di casa, ed un conseguente rigore, figlio di un fallo “fantasma” commesso fuori dall’area e a gioco fermo. Il Meta Catania realizza due reti nella prima frazione. I ragazzi di mister Samperi, prima da rigore, poi in situazione di superiorità numerica, sfruttano al meglio gli errori della terna arbitrale. La prima rete di Dell’Olio arriva da calcio di punizione; l’atleta ruvese continua a sorprendere, concludendo direttamente in porta, mostrando al pubblico che oltre alla corsa e all’intelligenza tattica ha sviluppato una grande sensibilità al tiro. La seconda parte di gara è certamente più tranquilla, anche se i virtussini sono fortemente menomati dalle due espulsioni. Esce tutto il carattere dei ragazzi di Chiaffarato e soprattutto del giovanissimo portiere Jurij Bellobuono, il quale ferma numerosissime volte le offensive di Musumeci e compagni. Nel finale è Fanelli ad essere decisivo, procurandosi il fallo da rigore su una uscita scellerata di Tornatore; Dell’Olio realizza il pareggio dal dischetto chiudendo di fatto la gara sul 2- 2.

La cronaca. Con Ferdinelli out, Chiaffarato ridisegna il quintetto iniziale con Bellobuono tra i pali, Primavera, Dell’Olio, Perez, Lacatena. Per mister Samperi dal primo minuto: Tornatore, Musumeci, Sanchez, Amodeo, Schacker.

Succede l’inverosimile nella prima frazione di gara. Negli iniziali minuti di gioco, le due compagini hanno dimostrato che la differenza di punti in classifica non si sarebbe fatta sentire sul campo. A “spostare gli equilibri” ci ha pensato la direzione di gara, che al 16’37” decide di espellere Perez senza un apparente motivo, concedendo un rigore ai siciliani, dopo aver segnalato (in precedenza) un calcio d’angolo sempre in favore dei ragazzi di Samperi. Sul dischetto di presenta capitan Musumeci, il quale batte Bellobuono e realizza lo 0 a 1. Lo sconcerto del pubblico presente al Pala Pertini non finisce qui. Infatti Gianpiero Cafaro (Sala Consilina) e Simone Zanfino (Agropoli) estraggono nuovamente il cartellino rosso, questa volta ai danni di un incredulo Primavera. Il numero 19 virtussino è costretto a lasciare il campo ed a lasciare i locali in quattro uomini per due minuti effettivi di gioco. Gli ospiti non si fanno pregare e sfruttano la superiorità numerica per realizzare il doppio vantaggio con Dalcin. La reazione dei padroni di casa arriva dai piedi di Solidoro, il quale non riesce a trafiggere Tornatore. È un bolide di Dell’Olio da calcio di punizione a riaprire la gara e a confermare lo stato di grazia del numero sette rossonero. Primi venti minuti di gara che portano l’esigente pubblico del Pala Pertini ad applaudire i tenacissimi ragazzi di mister Chiaffarato, che nonostante un arbitraggio ampiamente sfavorevole, non hanno mollato, dimostrando cuore e grinta da vendere.

La seconda parte di gara è certamente più calma. Il Meta scende in campo confermando il quintetto base del primo tempo. Per la Virtus: Bellobuono, Dell’Olio, Lacatena, Lisi e Solidoro. Diciannove minuti di gara abbastanza piatti, dopo le forti emozioni del primo tempo. È Bellobuono a mettersi in mostra, esibendosi in parate impossibili da descrivere ai danni di Carmelo Musumeci. Tra i due è sfida; Il portierone partenopeo ha certamente la meglio, alzando un vero e proprio muro nella sua porta. Da segnalare un palo di Dell’Olio conseguente ad uno schema da corner. A stravolgere la partita è la mossa di mister Chiaffarato, il quale inserisce Fanelli come portiere di movimento. L’atleta classe 1994 decide la gara, procurandosi, a tempo oramai scaduto, il fallo da rigore. Sul dischetto di presenta Dell’Olio, il quale realizza una rete che vale il pareggio. Il Meta Catania rinuncia a giocare gli ultimi secondi di gara accontentandosi del 2 a 2.

Successo per gli ospiti che consolidano definitivamente il secondo posto. Gioia immensa per tutti i presenti, che vedono la Virtus Noicattaro pareggiare una partita tribolata e sofferta. Un risultato che supera la mera concezione sportiva e che dimostra che attraverso la determinazione ogni impresa è possibile.

Virtus Noicattaro- Meta Bricocity 2-2 (1-2)

Noicattaro: Bellobuono, Primavera, Perez, Dell’Olio, Lacatena. A disposizione: Lisi, Solidoro, Pascale, Piccini, Fanelli, Rotondo, Gutierrez. All. Chiaffarato

Meta Bricocity: Tornatore, C. Musumeci, Schacker, Sanchez, Amoedo. A disposizione: Silvestri, Zappala, Vega, La Rosa, Lo Cicero, Coco. All. Samperi

Marcatori: C. Musumeci (M), Dalcin (M), Dell’Olio (N) – secondo tempo: rig. Dell’Olio (N)

Espulsi: Perez, Primavera,

 

 Noicattaro. virtus meta intero