Sabato 23 Marzo 2019
   
Text Size

Calcio: si riparte con la Pro Gioventù Noicattaro

pro giovent_noia

 L’ennesima estate travagliata del calcio nojano è ormai passata.  Dopo il silenzio assordante con cui a Luglio la vecchia società cedeva il titolo di Promozione del Puglia Sport (acquisito nella stagione 2012-2013) a Laterza, apparivano davvero nulle le speranze di rivedere calcio giocato nella “Città dell’Uva”. La mancata iscrizione in Promozione sembrava di fatto una condanna ad uno stop assoluto di un anno. Prima il titolo della Libertas, poi quello del Puglia Sport: un girovagare di titoli sportivi  da una città all’altra, tratto comune ad altre piazze del panorama dilettantistico pugliese, chiaro segno premonitore di una lenta sparizione.

Ci ha pensato la Pro Gioventù Noicattaro, storica società locale operante dal 1989 esclusivamente nel settore giovanile, a tenere in vita la passione. E così la Pro Gioventù, per la prima volta nella sua storia, si cimenterà nel calcio dei più grandi, conservando allo stesso tempo tutte le attività per i bambini ed i ragazzi.

Lo farà partendo dalla Terza Categoria, dal campionato più basso: una sorta di “anno zero”. La società presieduta da Silvano D’Ursi (VicePresidente Sandro Cassar) aveva cercato di ottenere un ripescaggio in Seconda Categoria puntando sui tanti anni di affiliazione al Coni come scuola calcio riconosciuta dalla F.I.G.C. Ma non ci sono state le condizioni. Ad affiancare i dirigenti della Pro Gioventù ci sarà un gruppo di imprenditori e liberi professionisti capeggiato da Ciccio Santamaria, Franco Saponaro e Vito Difino.

Come detto l’attività tradizionale nel settore giovanile per i più piccoli resterà immutata. In più ci saranno la squadra Under 18 (allenata da Vito Liturri) e la prima squadra affidata a Sergio Prigigallo.

Così il tecnico Prigigallo: “E’ un’avventura certamente nata tra mille difficoltà e complicazioni. Ma si possono ottenere tante soddisfazioni e ottimi risultati. Abbiamo raggiunto un accordo con la Pro Gioventù per dare continuità ai tanti bambini e ragazzi nojani che amano questo sport. La società lavorerà con i più piccoli grazie ai tecnici che ha già nel suo organico. In più opereranno mister Vito Liturri per l’Under 18 ed il sottoscritto per quella che sarà la prima squadra”.

L’obiettivo è chiaro: crescere atleti e talenti locali. La prima squadra infatti, è prevalentemente composta da giovani calciatori del posto. Ad oggi ci sono 25 elementi per la Terza Categoria (“hanno aderito al progetto con un entusiasmo incredibile”, sottolinea Prigigallo). Tra questi alcuni che hanno già giocato l’anno scorso in Promozione come Anelli, Loschiavone, Rubino, Conversa, Saponaro e Santamaria. Ma l’intero organico sarà rivisto e corretto per la partenza della stagione (prima metà di Ottobre).

Il tecnico ritorna sul recente passato: “Ha fatto male davvero vedere per l’ennesima volta le mille difficoltà, la crisi del calcio rossonero. La storia calcistica della città, il calore della tifoseria dei tempi belli, sono ricordi fantastici. Questo sport a Noicattaro meriterebbe costanza nel lavoro e solidità finanziarie. Ero qui l’anno scorso per parte della stagione ed ho toccato con mano  le mille difficoltà che ha dovuto sopportare il vecchio gruppo societario. Risorse limitate, zero aiuti da imprenditori e tante problematiche per la gestione dello stadio”.

Appunto la grana stadio. Dove giocherà la Pro Gioventù Noicattaro le partite casalinghe? Stadio Comunale o Campo B? “Il nostro sogno è giocare nella struttura dello stadio comunale. Per la storia che quel manto erboso e quegli spalti rappresentano. Se il Comune non darà l’ok, ci adegueremo e giocheremo, a malincuore, sul campo in terra battuta”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI