Sabato 23 Marzo 2019
   
Text Size

Divella spiega i programmi per la prossima stagione calcistica

Noicattaro. Agostino Divella front

 

Il ritorno di Agostino Divella a Noicattaro sembrerebbe ormai certo. L’ipotesi circolata negli ultimi anni, adesso potrebbe diventare realtà. In passato per Divella ben dodici stagioni consecutive al timone del calcio nojano, dal 1993 al 2005. Tanti i successi: 1 Campionato di Promozione, 2 di Eccellenza, 2 Coppe Puglia ed una Coppa Italia di Eccellenza, oltre a diverse salvezze in Serie D.

Abbiamo chiesto ad Agostino Divella conferme sul suo interesse dopo alcune voci insistenti circolate negli ambienti calcistici. Con la consueta disponibilità il presidente Divella ha spiegato i suoi programmi.

Lo diciamo subito: alcuni tifosi nojani potrebbero restare spiazzati. Sì perché c’è il nodo della denominazione ufficiale. Ad oggi dovrebbe essere campionato di Eccellenza al “Comunale” di Noicattaro ma con titolo e denominazione Atletico Mola. Una soluzione che potrebbe creare non pochi malumori, anche nella piazza molese. Così Divella: “Sulle carte ufficiali risulterà questo. Ma la società è prevalentemente nojana. Ci tengo a conservare il titolo sportivo che da la possibilità di disputare il massimo campionato dilettantistico regionale. A Mola di Bari non ci sono più i presupposti per continuare a fare calcio per gli ormai noti problemi con l’amministrazione comunale, circa i lavori sull’impianto di gioco. Dalla stagione 2017-2018 saremo Noicattaro a tutti gli effetti”.

Divella va oltre. Spiega come vorrebbe fare calcio nei prossimi anni: “È giunto il momento di dire basta ai campanilismi. Il mio sogno è unire in un’unica compagine due-tre città e giocare nella struttura migliore. Sto cercando di convogliare l’interesse di altri paesi. Quello che sto per dire potrà sembrare brutale ma andrò a fare calcio solo dove ci sarà la disponibilità di una struttura importante ed un rapporto di collaborazione con l’amministrazione comunale. A Noicattaro ci saranno queste possibilità? Bene, allora si giocherà a Noicattaro. Verranno a mancare queste condizioni? Andrò in altre piazze”.

Chiediamo al presidente Divella i nomi di chi è con lui in questo progetto. “Non voglio fare nomi anche perché sono ancora in contatto con altri imprenditori per chiudere collaborazioni e sinergie. Posso dire che è un capitale misto, come già detto proveniente da Noicattaro ma anche da altre città. Spiegherò tutto nei minimi dettagli e farò i nomi, nel corso di un incontro pubblico nelle prossime settimane”.

Sarà lei il presidente? “Vorrei fare un passo indietro. Voglio essere io a cercare di convogliare le forze, ad avere un ruolo di garante del progetto, questo sì, ma la carica di presidente potrei tranquillamente lasciarla ad altri soggetti”.

Il calcio nojano, che aveva riassaporato per la prima squadra la denominazione ufficiale Noicattaro Calcio solo l’anno scorso, tornerebbe dunque ad avvalersi di altri titoli. Come accaduto nel recentissimo passato con i casi Libertas Molfetta, Puglia Sport Altamura e Valenzano.

Come risponderanno eventualmente i tifosi del Noicattaro? E i tifosi dell’Atletico Mola verranno al “Comunale” per assistere alle gare interne? Sarà festa globale e fine dei campanilismi o comune disinteresse e freddezza?


[da La Voce del Paese del 2 Luglio]

Commenti 

 
#12 Erald 2016-08-22 17:52
Mi piace calco o gocato prima di 1 ano in albania prche devo venire a italia per il documenti e volio gocare cui sono 19 ani dami una speransa per vedere
 
 
#11 Erald 2016-08-22 17:39
Ciao sono uno Jovanotti dal rutigliano sono 19 ani mi piace molto calcio italiano e volevo venire a scuola di calcio perché prima giocato in Albania però la è lassato perché o fatto documento italiano e adesso sono cui per gioco mi fai una provino e mi vedo sei sono bravi penso che vince io grazie per tutto ciao.
 
 
#10 ROSSONERO 2016-08-18 18:53
10000 volte meglio i 20 anni di serie D ed eccellenza di Divella che i 3 anni di Tatò in serie C. Dei 3 anni di serie C ricordo solo le partite vendute.Bentornato Divella e spero che ritornano i nojani allo stadio.Il comunale era l'unico posto che ci faceva sentire nojani. Ora andate al palazzetto a vedere il Rutigliano.
 
 
#9 Amo noicattaro 2016-08-03 22:25
Guardiamo positivo tutte le nuove prospettive di crescita della nuova società di calcio.
Un bentornato al presidente agostino divella.
 
 
#8 Amo noicattaro 2016-08-03 22:21
Ricominciamo!!!-Il calcio è bello.Un paese come Noicattaro pieno di iniziative non puòfarne a meno.Ora che c'è la nuova amministrazione comunale farà di tutto per venire incontro alla nuova società di calcio. Il paese lo merita come tutti i noiani. Forza Noicattaro diamo vita e sviluppo al paese, a noi stessi.
 
 
#7 Patriota 2016-07-09 11:53
Niente piu calcio a Noicattaro, basta tanto non serve piu, che ci facciamo con 200, 300 spettatori sugli spalti, compresi i criticoni e a prendere pesci in faccia dai tifosi avversari, ormai si e capito che i Nojani non prendano piu il calcio locale sul serio... sono stanchi, ci vuole una nuova generazione in tutto dal presidente ai tifosi e non la minestra riscaldata di Agostino Divella... meglio senza, ma la storia rimane in eterno e quella non ce la puo togliere nessuno, sai che vanto rispetto ad altri comuni, quindi di figuracce dopo l'ultimo fallimento nelle categorie minori ne abbiamo fatte tante e non vorrei che quello che siamo stati e abbiamo fatto venga un po oscurato da chi vuole ritornare a fare il calcio delle caricature che questo tizio sa ben dare e chi lo conosce lo sa benissimo... altro che serieta
 
 
#6 capracapracapra 2016-07-08 18:16
corsaro nero.....stai in fissa con le votazioni. Hai perso, stai a casa e non rompere i m**** a chi invece vuole portare il calcio a Noicattaro. Poi tutti questi grandi conoscitori di calcio ma dove sono, e dove erano, quando quelli della Noicattaro calcio (recente) mettevano soldi, tempo e altro ancora?
Ora tutti esperti e stimatori del calcio che storcono il naso per la denominazione....se siete in grado portate voi il calcio a Noicattaro altrimenti tacete.
 
 
#5 Corsaro nero 2016-07-08 16:20
Viene da Mola per chiedere i soldi ai nojani.Ma lo stadio non è gestito dal Noicàttaro calcio?
Stiamo attenti a quello che succederà, perchè adesso i conti elettorali si saldano.
 
 
#4 Patriota 2016-07-08 13:50
Dimenticavo, rimane la storia che nessuno potra mai toglierci, che al cospetto di molti comuni limitrofi non hanno e,storia sicuramente non creata da Agostino Divella
 
 
#3 Patriota 2016-07-08 12:27
Conosciamo le chiacchiere di costui gia da tempo
una volta si diceva fosse il primo tifoso Nojano
ma un vero tifoso non abbandona il timone ad un forestiero che poi dovremmo anche ringraziare per
i risultati ottenuti cosa che Divella non avrebbe mai raggiunto, ma tanto lui si fregia di una coppa Italia di eccellenza che, si storica ma al confronto di un campionato vinto in serie D e 3
anni di lega pro sono noccioline, poi alcune dichiarazioni sui nojani dopo aver passato la mano non si scordano, quindi sig. Agostino Divella oggi il mondo e cambiato e allora se vieni a fare calcio con quei presupposti....
stattene a Mola che i Nojani di eccellenza non sanno che farsene, tra calcio in tv e il Bari calcio ormai....
 
 
#2 catilina 2016-07-07 19:07
che superficialita' ma chi e' questo zuzurro'? vuol fare l' imprenditore con i servizi e le strutture di altri? roba da pazzi le terrise donne a la cape
 
 
#1 Corsaro nero 2016-07-07 17:23
virtus Rutigliano, atletico Mola sotto a chi tocca.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI